Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Brexit-Londra-offre-il-diritto-a-tornare-ai-cittadini-europei-cef5a78c-0dc5-453f-a9c8-5ccfaaf4409e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Brexit, Londra offre il diritto a tornare ai cittadini europei

La proposta della dirigenza britannica al termine del quarto ciclo negoziale sulla Brexit

A sinistra il negoziatore britannico Davis Davis, a destra il capo negoziatore Ue Michel Barnier
Condividi
I cittadini europei potrebbero avere la chance di tornare nel Regno Unito anche in caso di periodo di assenza superiore ai 24 mesi. Dopo l'apertura di Theresa May nel discorso di Firenze di una settimana fa, la delegazione britannica ha offerto questa proposta al termine del quarto round di negoziati sulla Brexit.

La regole attuali
Attualmente, la normativa sulla libera circolazione dell'Unione Europea stabilisce che un cittadino di un paese può perdere il diritto di risiedere in modo permanente in un altro Stato membro in caso di assenza superiore ai due anni. Il governo di Londra è pronto a un trattamento che garantirebbe un diritto garantito di ritorno al di là dei due anni.

Do ut des
In cambio il Regno Unito ha chiesto che, dopo la Brexit, ai cittadini britannici residenti in un paese Ue sia garantita la possibilità di trasferirsi in altri Stati membri. Nei precedenti round negoziali, la delegazione europea guidata da Michel Barnier aveva rifiutato questa richiesta. "Continueremo a lavorare - ha detto il capo negoziatore dell'Unione Europea per la Brexit - in uno spirito costruttivo fino a che non raggiungeremo un accordo sui principi essenziali del ritiro ordinato del Regno Unito".
Condividi