Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Brexit-May-o-lasciamo-Unione-europea-con-un-accordo-o-non-la-lasciamo-affatto-9c878fce-fc44-4e2c-81a8-e0356c05354f.html | rainews/live/ | true
MONDO

Video di Downing Street

Brexit, May: o lasciamo l'Unione europea con un accordo o non la lasciamo affatto

La premier britannica fa il punto della situazione dopo il rinvio al 12 aprile della data del  "divorzio" tra Londra e Bruxelles

Condividi
La premier britannica Theresa May ha diffuso un video in cui torna a parlare della Brexit per spiegare cosa potrebbe accadere nelle prossime settimane. "Quello che abbiamo davanti è lasciare l'Ue con un accordo o non lasciarla affatto", dice proponendo i due possibili scenari. 

"Il governo ritiene che dobbiamo assolutamente uscire dall'Unione europea e completare la Brexit. Per questo dobbiamo trovare un accordo in Parlamento, un'intesa tra partiti - prosegue nel video pubblicato dal numero 10 di Downing Street sul suo canale - Non sono d'accordo su molte cose con i Labour, ma penso che sulla Brexit e sulla libertà di movimento, sul garantirci un buon accordo, sulla sicurezza e sull'occupazione, abbiamo qualche punto di intesa. Questo significa accettare compromessi da entrambe le parti, ma credo che portare a termine la Brexit sia la cosa migliore per noi".

"Quasi tre anni fa il Paese ha votato per lasciare l'Unione europea. Il governo ha negoziato un accordo con Bruxelles, e la mia preferenza era che quell'accordo fosse approvato dal Parlamento e potessimo lasciare l'Ue su quella base. Ma il Parlamento lo ha respinto per tre volte e non credo ormai che lo accetterà. Ma il Parlamento ha anche detto che non possiamo lasciare la Ue senza un accordo, e ha votato per scongiurare il "no deal". Dunque la scelta che ora è davanti a noi è lasciare l'Unione europea con un accordo o non lasciarla affatto", dice Theresa May. 

"La gente ha votato per lasciare l'Ue, abbiamo il dovere come Parlamento di tradurre in realtà la loro scelta. Io voglio farlo nel modo giusto, che non disgreghi la vita delle persone. Ed è a questo che il governo sta lavorando", aggiunge la premier britannica.


Condividi