Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Brexit-il-negoziatore-per-Ue-Barnier-Il-tempo-stringe-Aspettiamo-nuove-idee-da-Londra-6516bfc9-4090-47b1-8979-84501a23e67e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

La crescita del Pil frena all'1,4% nel 2018, ai minimi da 6 anni

Brexit, il negoziatore per l'Ue Barnier: "Il tempo stringe. Aspettiamo nuove idee da Londra"

Il dato complessivo sul Pil britannico nel 2018 (+1,4%) diffuso oggi dall'ufficio statistico del Regno (Office for National Statistics, Ons) segna il livello di crescita annuale più basso dal 2012

Condividi
"Bisogna che qualcosa si muova dal lato britannico, chiarezza e movimento devono venire dal Regno Unito" per allontanare lo spettro di una Brexit senza accordo. È quanto ha detto il capo negoziatore dell'Ue per la Brexit, Michel Barnier, parlando al termine di un incontro con il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel.

A 46 giorni dal divorzio del Regno Unito dall'Ue, in programma per il 29 marzo, Barnier dovrà incontrare sempre oggi a Bruxelles il ministro britannico per la Brexit, Stephen Barclay

Il capo negoziatore Ue ha dichiarato oggi che la proposta del leader dell'opposizione britannica Jeremy Corbyn per rilanciare i negoziati sul divorzio del Regno Unito dall'Unione europea "è interessante", ma che servono - e a Bruxelles aspettano - nuove idee da Londra.

Michel Barnier deve incontrare in serata il ministro britannico per la Brexit (il terzo), il neo-nominato Stephen Barclay.

Pur sottolineando di non volere immischiarsi in questioni politiche interne, Barnier e altri funzionari Ue hanno preso in esame una lettera che il leader laburista Corbyn ha inviato alla premier Theresa May la settimana scorsa.  Il capo negoziatore Ue per la Brexit ha dichiarato oggi che la proposta del leader dell'opposizione britannica Jeremy Corbyn per rilanciare i negoziati sul divorzio del Regno Unito dall'Unione europea "è interessante", ma che servono - e a Bruxelles aspettano - nuove idee da Londra.

La crescita del Pil frena all'1,4% nel 2018, ai minimi da 6 anni
La crescita economica della Gran Bretagna frena all'1,4% nel 2018, ai minimi da sei anni. Lo rileva l'Ons, l'ufficio nazionale di statistica. Nel 2017 il Pil del regno Unito era cresciuto dell'1,8%. Nel 2018 la frenata del Pil britannico si accentua nell'ultimo trimestre dell'anno, che registra una crescita solo dello 0,2%, tendenza che a dicembre diventa ancora più pronunciata, con una frenata dello 0,4% del Pil, in concomitanza con l'accentuarsi delle incertezze della Brexit, che dovrà realizzarsi alla scadenza del 29 marzo e cioé tra meno di due mesi. Nel quarto trimestre va evidenziata la frenata dell'1,4% degli investimenti delle imprese, strettamente legati alla Brexit. 
Condividi