Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Busta-con-proiettile-a-Procuratore-di-Caltanissetta-Bertone-bf541aab-02bf-4626-a029-a7713a0810cb.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Scorta rafforzata

Busta con proiettile al Procuratore di Caltanissetta. Bertone è titolare di inchieste delicate

Bertone: "Vado avanti col mio ufficio". La solidarietà del presidente dell'Antimafia siciliana Fava. Lui stesso, lunedì scorso, ha ricevuto una busta con un proiettile

Il procuratore di Caltanissetta Amedeo Bertone
Condividi

Una busta con un proiettile indirizzata al procuratore capo di Caltanissetta, Amedeo Bertone, è stata intercettata al Palazzo di Giustizia della città nissena. Il magistrato è titolare di diverse inchieste delicate. Sull'episodio ha aperto un'inchiesta la Procura di Catania, competente per territorio. A Bertone è stata rafforzata la scorta.  "Non mi fermo, vado avanti nel lavoro, con tutto il mio ufficio" ha commentato il magistrato.

Titolare di inchieste delicate, dal depistaggio sulla strage Borsellino al 'Sistema Montante'
Il suo ufficio e' impegnato su fronti caldissimi, dal depistaggio sulla strage Borsellino all'inchiesta sul 'Sistema Montante' che ha in primo piano proprio il ruolo dell'ex presidente di Sicindustria arrestato con l'accusa di essere stato il regista di una rete che tutelava i suoi affari e lo teneva informato delle indagini che lo riguardavano. Nella missiva si farebbe riferimento a quest'ultima inchiesta.

Fava: toccati nervi scoperti
"Al procuratore Amedeo Bertone abbiamo espresso la nostra stima e la nostra solidarietà. E' chiaro che in Sicilia c' un clima ostile contro chi tocca i nervi scoperti del sistema di potere e delle sue collusioni mafiose. E questo ci preoccupa molto". Cos il presidente dell'Animafia siciliana Claudio Fava sul proiettile in una busta inviato al magistrato di Caltanissetta. Lo stesso Fava, lunedì scorso, ha ricevuto una busta con un proiettile.

Confronto Procure Catania e Palermo
Le Procure di Catania e di Palermo si confronteranno sulle ultime due minacce in Sicilia che presentano alcune analogie. In comune hanno la tempistica: arrivata il 5 ottobre scorso a Palermo e Caltanissetta, anche se aperte tre giorni fa dalla segreteria della commissione antimafia, che aveva riaperto lunedì, e due giorni fa da Bertone, ma perché lunedì era impegnato in interrogatori. E una parte almeno del contenuto: un proiettile calibro 7,65, certamente. Ed entrambe contenevano una lettera di gravi minacce personali. Indizi che portano i magistrati di Catania e Palermo, che indagano, a verificare insieme se c'è, o meno, una strategia e una mano unica dietro i due gravi episodi.

Telefonata di Bonafede a Bertone
Una telefonata per esprimere la sua "solidarieta'": il Guardasigilli Alfonso Bonafede, oggi a Lussemburgo per la riunione dei ministri della Giustizia europei, ha chiamato il procuratore di Caltanissetta Amedeo Bertone, che e' stato destinatario di minacce con una busta contenente un proiettile. Il ministro, con la sua telefonata, ha espresso vicinanza al capo della procura e all'intero ufficio giudiziario.
Condividi