Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Camera-Salvini-al-question-time-Da-otto-mesi-combatto-i-trafficanti-feb58ffd-3d34-4b98-8e5f-6bb744f822a2.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Camera

Salvini al question time: "Da otto mesi combatto i trafficanti"

Vicenda Diciotti, "nessun pericolo per il governo". Sea Watch 3? "Vediamo cosa fanno gli altri poi dirò quello che faremo noi". Sgombero Castelnuovo: "Nessuno è stato lasciato per strada". Il ministro dell'Interno: "La documentazione di eventuali irregolarità" addebitabili alle Ong  "sono oggetto di approfondimento"

Condividi
"Sentivo e sento quotidianamente persone che lavorano nell'ambito del settore dell'immigrazione e qualunque elemento mi venga fornito viene trasferito a chi di competenza, che ne valuterà la consistenza: così operavo anche in passato, in maniera assolutamente trasparente, senza promettere niente a nessuno, men che meno posti di lavoro, nell'unico e solo interesse della tutela della sicurezza nazionale",  ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini, duarante il question time di oggi alla Camera.

"Si lavora a provvedimento per limitare accesso a nostre acque"
"Stiamo lavorando a un provvedimento che limiti la possibilità di entrare nelle acque territoriali italiane. Intervenendo a monte". Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, parlando delle navi delle Ong coi cronisti, al termine del question time alla Camera. Pensate a un blocco navale? "No, applicando le leggi che già esistono", ha risposto

Vicenda Diciotti: "Nessun pericolo per il governo"
"Non c'è nessun pericolo per il governo, non rischia assolutamente. Passo le mie giornate
lavorando, non elucubrando sui forse". Lo dice Matteo Salvini rispondendo ai giornalisti che alla Camera gli chiedono delle possibili conseguenze dalla decisione della Giunta per le autorizzazioni sulla vicenda Diciotti e della possibilità che gli esponenti M5s votino a favore dell'autorizzazione al processo. 

Sea Watch 3? "Vediamo cosa fanno gli altri poi dirò quello che faremo noi"
"Sto andando al ministero per risolvere la situazione, come sempre. Mi pagano per risolvere i problemi, e questo problema lo risolveremo nelle prossime ore". Così Matteo Salvini, parlando della Sea Watch 3. "Fatemi avere certezza di quello che faranno gli altri poi dirò quello che faremo noi", ha poi risposto il ministro dell'Interno a chi gli chiedeva se l'Italia accoglierà parte dei migranti della nave."Se finalmente dopo dieci giorni grazie alla nostra presa di posizione ferma alcuni Paesi europei si sono ricordati di essere Paesi europei vuol dire che abbiamo raggiunto l'obiettivo prefissato", ha concluso. 

Castelnuovo, "nessuno è stato lasciato per strada"
"Nessuno è stato lasciato per strada o in abbandono" durante le operazioni di sgombero dei 543 ospiti del Cara di Castelnuovo di Porto. Operazioni che si concluderanno domani. A spiegarlo è stato il ministro dell'Interno. Salvini ha spiegato che "non c'è stato alcun pregiudizio nei confronti di persone vulnerabili, fragili o bisognose di assistenza nè gruppi di persone sono stati lasciati per strada o in abbandono. Si è semplicemente trattato di un intervento di buon senso e di buona amministrazione, visto il costo di 6 milioni di euro l'anno di questa struttura a carico del contribuente italiano".

Documentazione su "possibili irregolarità ong, oggetto di approfondimento"
"La documentazione sulle irregolarità addebitate ad alcune ong che operano nel Mediterraneo - ha ricordato - è oggetto di approfondimento, non da parte del ministro, ma da parte delle autorità di pubblica sicurezza che hanno raccolto questi elmenti e dell'autorità giudiziaria. Sono incardinati tre procedimenti, uno della Procura di Trapani sulle navi Iuventa, Vos Prudence e Vos Hestia; uno della Procura distrettuale di Catania sulla Aquarius; e uno della Procura di Ragusa sulla Open Arms. Mi auguro che vengano messi al corrente quanto prima gli italiani di eventuali irregolarità che sono oggetto di questi approfondimenti".

"Sono convinto da otto mesi di operare per difendere la sicurezza di chi parte e muore e viene usato dai trafficanti di esseri umani. L'ho fatto e lo rifarò: io complice dei trafficanti di esseri umani e dei trafficanti di armi e droga non lo sarò mai da ministro e da italiano", ha concluso Salvini.

"Migliora sistema ricerca persone scomparse"
Sarà alimentata una banca dati nazionale per la ricerca delle persone scomparse attraverso il coinvolgimento delle forze dell'ordine, del sistema scuola, dell'ufficio del commissario e delle procur, ha detto Salvini. "Il fenomeno delle persone scomparse continua a destare particolare attenzione, ci sono ancora più di 57 mila persone da rintracciare. Il sistema di ricerca è sempre più consolidato e ben strutturato", ha detto il Ministro dell'Interno. "Nel corso del 2018 è stato registrato un notevole aumento delle persone rintracciate, pari al 74% degli scomparsi dell'anno" ha aggiunto Salvini  "dato che fan ben sperare e sarà ulteriormente consolidato".
Condividi