Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/Ceo-Pfizer-vaccino-efficace-contro-varianti-Gb-e-sudafricana-08bb118f-ff2a-4e9c-ae15-62be208778a2.html | rainews/live/ | true
Rai News
Coronavirus

Lotta alla pandemia

Ceo Pfizer: vaccino efficace contro varianti Gb e sudafricana

"In questo momento il nostro obiettivo principale in tutto il mondo è migliorare la nostra capacità di produzione. Questa settimana Ugur (Sahin, co-fondatore di BioNTech, ndr) e io abbiamo annunciato che saremo in grado di fornire 2 miliardi di dosi quest'anno"

"In questo momento il nostro obiettivo principale in tutto il mondo è migliorare la nostra capacità di produzione" dei vaccini. Così Bourla, Ceo di Pfizer, intervenendo ad un evento online. "Ci aspettiamo questo anno di fornire 2 miliardi di dosi, gli sforzi non si fermeranno", ha aggiunto.

"Ci vuole sia il potere della scienza che il potere della collaborazione per porre fine a questa pandemia". Ha sottolineato spiegando che dai primi test il vaccino di Pfizer-BioNTech sembra "avere un'alta efficacia" contro la varianti britannica e sudafricana del Covid-19.

Nel corso del secondo trimestre del  2020 Pfizer e BionTech si sono impegnate a consegnare 125 mln di dosi  del vaccino anti-Covid, aggiuntive rispetto a quelle contrattate in un primo tempo. "All'inizio - ha detto Bourla, che non ha fornito il quadro completo  della tempistica concordata per le consegne delle dosi, ma alcuni  elementi - gli europei avevano 200 mln di dosi, che erano spalmate  sull'anno. Poi hanno contrattato ulteriori 100 mln di dosi: hanno  insistito, e sono riusciti ad ottenerlo, che 50 mln di questi 100 mln  siano nel secondo trimestre". 

"Al momento stiamo guardando se, oltre a proteggere le persone, il vaccino impedisce anche la trasmissione del virus" da un individuo all'altro e mentre "sugli animali sappiamo che c'e' una significativa protezione sul trasferimento", "non abbiamo ancora abbastanza dati sugli umani al momento", ma "sapremo di più nel mese di febbraio". Ha concluso Bourla, 

Vaccini: 800mila dosi somministrate su 1,4 mln disponibili 
La tedesca Welt dedica un articolo al primato dell'Italia, in Europa, nella campagna dei vaccini anticovid, parlando di un  risultato "sorprendente" di cui la penisola stessa "si meraviglia". "Proprio l'Italia stacca di molto sul vaccino quasi tutta Europa", è il titolo dell'articolo, in cui si sottolinea che il nostro Paese "lasciaa nche la Germania decisamente indietro".   

Sono 800.730 gli italiani finora vaccinati contro il Covid, secondo l'ultimo aggiornamento fornito questa mattina dal commissario per l'emergenza.

Negli ultimi due giorni sono state consegnate altre 488.475 dosi di vaccino, e così il totale di quelle disponibili dall'inizio della campagna sale a 1.406.925, il 55,5% delle quali è già stata iniettata, la gran parte a operatori sanitari e sociosanitari (625.861).   

La Campania al momento ha il più alto tasso di vaccini somministrati (77,7%), mentre la Lombardia è l'unica Regione a superare quota 100 mila dosi inoculate (101.358 su 234.645 ricevute). 

ntanto sono partite dall'Istituto Superiore di Sanità di Roma le 47.000 dosi del vaccino Moderna per le Regioni italiane. Sono state caricate nei circa 40 camion refrigerati messi a disposizione da Poste Italiane e scortate per la distribuzione ai diversi centri di smistamento locali.

"E' probabile che anche il vaccino cinese (Sinovac) verrà sottoposto a giudizio europeo". Naturalmente "occorrerà vedere se i dati rispondono al rigore richiesto" ma "una volta valutatigli studi, potrebbe diventare un ulteriore candidato." Lo ha detto Nicola Magrini, direttore generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa).