Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cina-inquinamento-non-da-tregua-a-Pechin-cancellati-85-voli-d7826c1e-a1e1-4c7d-8afa-64e785dc0fb7.html | rainews/live/ | true
MONDO

Allerta di livello arancione

Cina, l'inquinamento non dà tregua a Pechino: cancellati 220 voli

La città è ancora avvolta in una caligine grigio-giallastra, che sembra semplice nebbia ma è invece un mix di gas inquinanti e particelle di particolato

Condividi
L'inquinamento che stringe in una morsa Pechino non dà tregua neanche nel giorno di Natale. Oggi è 'solo' a livello 'arancio', una tacca sotto rispetto a quello massimo, 'rosso', di una settimana fa quando la città venne bloccata per la seconda volta nella storia.

Ma lo smog odierno è stato sufficiente a far cancellare 220 voli all'aeroporto internazionale della capitale cinese e a farne ritardare 143. Lo riferisce la tv di di Stato, Cctv, che mostra immagini della città avvolta in una caligine grigio-giallastra, che sembra semplice nebbia ma è invece un mix di gas inquinanti e particelle di particolato (minuscole particelle residui della combustione dei sistemi di riscaldamento e dei motori dei veicoli) disperse nell'atmosfera.

Le autorità cittadine, nel giorno di Natale, hanno invitato bambini e anziani a non uscire di casa. La concentrazione di PM2.5 - le particelle più pericolose per la salute pubblica - era di  503 microgrammi per per metro cubo vicino a piazza Tienanmen alle due del pomeriggio, dopo che in mattinata erano stati raggiunti picchi di 647 microgrammi. Secondo l'OMS, l'Organizzazione mondiale della sanità, il limite massimo del PM2.5 non deve superare 25 microgrammi. L'inquinamento a Pechino è oltre 20 volte più elevato. 
Condividi