Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Conte-Cei-Family-Act-Cardinale-Gualtiero-Bassetti-870064c4-2026-4cf9-8433-e614c270f7da.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Perugia

Conte al presidente Cei: un 'Family Act' per aiuto alle famiglie

Il premier si è recato in visita privata dal Cardinale Bassetti: si è parlato del tentativo di ordinare tutte le agevolazioni per le famiglie

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Si è trattato di un colloquio "molto cordiale" in cui sono stati trattati diversi temi di carattere sociale. In questo modo la Diocesi ha descritto l'incontro in forma privata che, a Perugia, c'è stato tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed il presidente della Cei, Cardinale Gualtiero Bassetti presso il Palazzo del Vescovado. 

In particolare Conte e Bassetti hanno parlato di politiche di sostegno alle fasce più deboli, come le famiglie numerose, in difficoltà a causa della crisi e della mancanza di lavoro, i giovani, le persone affette da disabilità e gli anziani. Temi - si legge nella nota della Diocesi - anche al centro della prossima Legge di Bilancio. 

Il presidente del Consiglio, al termine della visita, ha risposto alle domande dei giornalisti dei media diocesani, la Voce e Umbria Radio dicendo che "la Chiesa è un pilastro della nostra tradizione culturale e sociale". "La Chiesa fa tanto per le persone che soffrono, che sono emarginate e che hanno difficoltà - ha aggiunto il premier - ed è un pilastro anche per quanto riguarda l'area del terzo settore. Ci auguriamo che possa continuare a contribuire anche il tessuto sociale".

Conte, parlando poi dell'Umbria, ha tenuto a sottolineare che "si tratta un territorio speciale perché qui si percepisce ancor più il senso dell'armonia che si può instaurare tra l'uomo e l'ambiente. Questo è al centro del progetto politico di questo governo". "Sapete che alcuni punti programmatici sono proprio dedicati a rendere l'Italia più verde, più sostenibile, ad offrire una prospettiva ecocompatibile per tutte le attività che facciamo - ha aggiunto il premier - qui non dobbiamo parlare solo di industria, di ridurre le emissioni nocive o altro. Dobbiamo parlare di offrire una qualità della vita migliore, a tutti i cittadini".

Conte ha poi evidenziato che con Bassetti si è discusso anche di un 'Family Act': "Si è parlato anche di un 'Family Act' che, per come interpreto io, è il tentativo di ordinare anche tutte le agevolazioni un po' sparse che ci sono per le famiglie, e cercare quindi di riprogrammare in modo più organico e sistematico un sostegno effettivo che speriamo possa essere messo, ripeto, soprattutto alle famiglie numerose".

"Un segnale - ha sottolineato ancora il presidente del Consiglio - abbiamo cercato di darlo alle persone con disabilità incrementando le risorse già stanziate. Anche lì è un problema familiare, perché quando c'è una persona con disabilità è una intera famiglia che viene coinvolta dalle difficoltà. Noi dobbiamo lavorare a tutti i livelli per l'inclusione. Dico sempre che l'inclusione è fondamentale per riconoscere, più che restituire, la piena dignità. La dignità l'abbiamo tutti, con la nascita, ma c'è anche una dignità che ha una dimensione sociale, e se non c'è lavoro, se non c'è la possibilità di vivere dignitosamente, se non c'è la possibilità di essere partecipi a pieno titolo della comunità in cui viviamo, evidentemente non possiamo sentirci a posto con la nostra coscienza noi governanti, non possiamo esser contenti noi che guardiamo il nostro prossimo soffrire".
Condividi