Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ContentItem-1fcf33d6-a0ba-422d-8f4b-b27e9832d01e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Per ritirare il premio Sakharov

San Suu Kyi fa storia, 23 anni dopo al Parlamento Ue

La leader dell'opposizione birmana e premio Nobel per la Pace ha ricevuto il premio per i diritti umani. Il discorso: "La libertà di pensiero è essenziale per il progresso"

Aung San Suu Kyi
Condividi
"Sakharov era un difensore della libertà di pensiero. Essa è essenziale per il progresso umano. Se la interrompiamo, interrompiamo anche il progresso del nostro mondo". Queste le parole della leader dell'opposizione birmana e Premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi. Un discorso storico il suo, per la sede in cui è pronunciato: il Parlamento europeo, dove la leader ha ricevuto personalmente, a Strasburgo, il premio Sakharov per i diritti umani attribuitole nel 1990.

"Insegnare la libertà di pensiero"
"Bisogna insegnare l'importanza della libertà di pensiero" ha aggiunto Aung San Suu Kyi. "Dopo 23 anni, la accogliamo qui ed è un grande momento. Sono passati 23 anni di sofferenza," ha detto durante la cerimonia il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz.

La leader chiede il sostegno dell'Europa
San Suu Kyi ha poi ricordato l'importanza del premio e degli scritti del dissidente sovietico, per poi concludere chiedendo il sostegno e la solidarietà dell'Europa. "Spero che sarete nostri amici nel nostro continuo sforzo per assicurare i diritti democratici. Abbiamo bisogno di istruzioni, di sanità, della libertà e del diritto di forgiare il nostro destino, di poter decidere cosa sia meglio per noi stessi", ha detto Aung San Suu Kyi prima di lunghi e commossi applausi e dell'inno europeo.
Condividi