Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ContentItem-2e0e4a5f-8a0c-4620-9eef-d77d6a795437.html | rainews/live/ | true
TECH

I trend per i prossimi anni, secono analisti ed esperti

La tecnologia che verrà

C'è l'avanzata inarrestabile delle app,i dispositivi indossabili e la tecnologia biometrica che ci farà usare il corpo come password per accedere, pagare, interagire. Bitcoin e video in streaming, videogiochi sbalorditivi e il tramonto del pc sono alcune delle certezze del nostro futuro tech  

Tecnologia, esperimento a New York nel 1949
Condividi
di Celia Guimaraes In principio internet metteva in connessione tra loro i computer.  Poi, da circa dieci anni, il web ha cominciato a connettere le persone vicine, lontane, vecchie, giovani. Adesso siamo all’’internet delle cose’ interconnesse: dal supermercato al frigo di casa alle uova che contiene. Le luci già oggi possono essere accese o spente via app. Misuratori digitali possono tracciare i movimenti dentro casa: chi si è svegliato, chi entra, se ci sono visite. Anche le lampadine led, che stanno sostituendo quelle tradizionali, sono sensori. Ci aiutano a vedere mentre ‘ci vedono’.

Queste trasformazioni che stanno avvenendo sotto i nostri occhi ogni anno sono oggetto di analisi da parte degli esperti del settore tech, che cercano di capire in che direzione ci stanno spingendo.

Intanto le app, che hanno cambiato volto alla società. Secondo il rapporto Ericsson 2013 "stiamo entrando in una nuova fase di rapida diversificazione dell’uso degli smartphone e le persone sono sempre più alla ricerca di applicazioni in tutti i settori della società. Questo include tutto, dai negozi e asili nido alla comunicazione con le autorità e il trasporto. Le applicazioni stanno diventando sempre più importanti rispetto al tipo di telefono che viene utilizzato”.

La biometria, vale a dire il corpo che diventa passepartout. “I siti - prosegue il rapporto Ericsson 2013 - ormai richiedono password sempre più lunghe con un mix di numeri, lettere e simboli, quasi impossibili da ricordare. Questo sta portando a un progressivo interesse per le soluzioni biometriche come alternativa. Ad esempio, la ricerca ha scoperto che il 52% degli utenti smartphone desiderano utilizzare le proprie impronte digitali al posto delle password e il 48% sono interessati a utilizzare il riconoscimento oculare per sbloccare il loro schermo. Il 74% ritiene che gli smartphone biometrici diventeranno un fenomeno di massa nel corso del 2014”
 
Wearable technologies, i dispositivi da indossare. Ancora non sono usciti in commercio ma non se ne parla d’altro: i Google Glass, occhiali-computer;  gli smartwatch orologi intelligenti, i braccialetti che monitorano salute e fitness, le parrucche con i sensori, la biancheria intima 'smart'. Secondo le previsioni entro il 2017 saranno venduti 64 milioni di questi dispositivi.
 
I Bitcoin,  la moneta virtuale creata da un informatico nel 2009 è arrivata a sforare quota 1000 dollari. Tra lo scetticismo degli economisti, i cyber-criminali e la presa di coscienza delle autorità mondiali che serve più controllo, sta comunque facendo parlare. E la banca d'affari Usa JP Morgan ha depositato un brevetto per un sistema di pagamento computerizzato che richiama quello usato dalla 'criptomoneta'.
 
L'Ipo di Twitter era uno degli eventi più attesi, anche alla luce del deludente sbarco in Borsa di Facebook. Ai primi di novembre il microblog ha avuto un esordio boom a Wall Street, poi le azioni hanno avuto una crescita moderata per riaccelerare nelle ultime sedute grazie ad un nuovo sistema di pubblicità mirate che ha riacceso l'euforia degli investitori.
 
Grand Theft Auto Vl, il videogioco più costoso nella storia è anche quello che ha venduto più velocemente: a fronte di un budget stimato di 270 milioni dollari, come un blockbuster di Hollywood, ha fatturato in tre giorni un miliardo di dollari, battendo i record dei titoli della saga di Call of Duty.
 
House Of Cards, la prima serie in onda esclusivamente in Rete a vincere un celebre premio tv, l'Emmy Award. Il thriller politico che annovera nel cast Kevin Spacey è prodotto da Netflix, il popolare servizio di streaming online, non ancora disponibile in Italia.
 
Prepariamoci invece a dare l’addio alla tv in 3D, tecnologia che ha funzionato nel cinema ma non nel salotto di casa. Tramonta l’era dei pc, sempre più cannibalizzati da smartphone e tablet. Secondo le recenti stime della società di ricerca Idc, il 2013 si chiuderà con una contrazione annuale record di consegne di pc a livello globale: -10,1%, peggio anche di stime precedenti del -9,7%. 
 
Condividi
trend
  • pessimo
  • scarso
  • medio
  • buono
  • ottimo