Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-Treni-frecciarossa-intercity-56b1f1b6-2fa7-455c-81ef-6449234bd23a.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Al via il 4 maggio

Coronavirus: Fase 2, come si viaggia in treno

Condividi
Alla vigilia della ripresa del 4 maggio per attività lavorative, spostamenti per comprovate esigenze sanitarie e rientro al comune di residenza e/o domicilio, vanno ricordati alcuni aspetti importanti per gli spostamenti in treno (regionali e media-lunga percorrenza):

- è obbligo indossare sempre la mascherina protettiva;

- essere responsabili socialmente, per sé e per gli altri, rispettando la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie, le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni;

- a bordo treno: essere collaborativi con il personale ferroviario, utilizzare percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi;

- in stazione: essere collaborativi con il personale ferroviario nell’entrare o uscire dai varchi, seguendo i percorsi individuati e le indicazioni dei pannelli informativi.

Inoltre, da domani il traffico regionale di Trenitalia quasi raddoppia: i treni disponibili passeranno da circa 2.000 a 3.800 in Italia. La novità è in linea con le disposizioni sugli spostamenti previste per la fase 2, per cui la società aumenterà l'offerta di collegamenti, in accordo con le Regioni che sono committenti del servizio.

A regime e prima dell'emergenza sanitaria, Trenitalia contava 6.500 convogli regionali su cui, secondo una stima di Pendolaria di Legambiente, viaggiano ogni giorno un milione e mezzo di pendolari.
Condividi