Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-Unicredit-report-PIl-meno-6-per-cento-Pil-mondo-meno-15-per-cento-Pil-Italia-29f47995-4838-467b-a866-900b4ca8ff6e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Il Pil e il Deficit

Coronavirus, Unicredit: -6% Pil mondo, -15% Pil Italia

Report domenicale del capo economista della banca con sede a Milano: "Le misure considerate necessarie per contrastare il Covid-19 hanno paralizzato l'economia globale"

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Nel 2021 ci sarà il rimbalzo ma intanto quanto è scritto, nero su bianco, nel report domenicale del capo economista di Unicredit fa gelare il sangue.

"La madre di tutte le recessioni è arrivata" afferma il report che prevede per il 2020 un calo del 6% del Pil mondiale e una ripresa nel 2021 dell'8,6% (fra l'8 e il 9%).

In contrazione anche l'economia Usa (-10,8%) e quella dell'area Euro (-13) con ritorno ad un Pil positivo nel 2021 rispettivamente dell'11,8 e del 10%.

Tra i Paesi più colpiti l'Italia con una stima di un Pil in calo quest'anno del 15% ma con un rimbalzo del 9% nel 2021, che viene superata solo dalla Grecia (-18,6%) e dalla Spagna (-15,5%). 

Per quanto riguarda l'Italia la stima di declino del Pil del 15% per il 2020 viene valutata come "il calo peggiore in 60 anni".

Il calo dell'economia e ciò che è necessario mettere in campo per contrastare gli effetti del Coronavirus per imprese e famiglie italiane porteranno conseguenze sui conti pubblici. Le stime relative all'Italia vedono il deficit salire dall'1,6% del 2019 al 12,2% del 2020. Il debito passa dal 134,8% al 167,0%

"Le misure considerate necessarie per contrastare il Covid-19 hanno paralizzato l'economia globale" si legge nel rapporto domenicale. "Nessuno sa come andrà a finire nel prossimo anno o due, ma sembra scontato che il secondo trimestre vedrà il più grande crollo del Pil nella storia moderna, forse nell'ordine del 20%".
Condividi