Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-aumentano-i-contagi-negli-Usa-In-Inghilterra-restrizioni-per-4-milioni-di-persone-4e5dd951-1060-4328-906e-a44124206d51.html | rainews/live/ | true
MONDO

Aumentano i casi negli Usa

Coronavirus: Spagna, oltre mille contagi al giorno. Inghilterra, restrizioni per 4 milioni

Per il terzo giorno di fila record di contagi in Spagna, il numero più alto dalla fine del lockdown. Il Messico registra 46 mila decessi e supera la Gran Bretagna, diventando il terzo Paese al mondo per numero di morti. A Hong Kong rinviate le elezioni politiche

Condividi
Torna a preoccupare l'aumento dei contagi da coronavirus in Spagna. Nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 1.525, 296 casi in più rispetto al giorno precedente. Il totale delle infezioni sale così a 285.522, mentre le vittime sono 28.445, comprese le 12 registrate nelle ultime 24 ore. Un salto all'indietro da quando è stato revocato il lockdown nazionale a giugno: per la terza volta consecutiva il Paese ha registrato più di 1.000 infezioni al giorno.

Il record degli Stati Uniti
Gli Stati Uniti si confermano il paese di gran lunga più colpito dal nuovo coronavirus, che ha ormai causato a livello planetario 673.171 decessi e 17.295.538 contagi. Gli Usa da soli totalizzano 152.055 vittime e 4.494.601 infezioni in una progressione che dopo un periodo di decrescita sta nuovamente apparendo in fase montante, come dimostra il fatto che anche l'ultimo bollettino, divulgato quando in Italia era ancora notte, parla di oltre 1.200 vittime nelle 24 ore, per la precisione 1.379. La prima potenza mondiale ha inoltre censito 72.238 nuovi contagi che hanno portato il numero complessivo delle infezioni dalla comparsa della malattia a circa quattro milioni e mezzo, di cui 1,4 milioni dichiarate guarite. Dopo aver conosciuto una decrescita dei casi verso la fine della primavera, gli Stati Uniti hanno visto dalla fine di giugno l'epidemia ripartire con dei picchi vertiginosi, soprattutto nel sud e nell'ovest della federazione. A preoccupare in maniera particolare è la situazione della Florida, che ha registrato ulteriori 253 nuovi decessi. In questo contesto a dir poco inquietante, lo Stato del sud-est si prepara all'arrivo di una tempesta tropicale che da ieri ha reso necessaria la chiusura di diversi centri diagnostici resi attivi grazie a delle tensostrutture che non sono in grado però di reggere la furia degli elementi.

In Gran Bretagna slitta allentamento restrizioni
In Gran Bretagna slitta di almeno due settimane l'allentamento delle restrizioni, a causa di una recrudescenza del coronavirus. Lo ha annunciato il premier Boris Johnson. I locali che avrebbero dovuto aprire domani non lo faranno prima del 15 agosto, come i bowling, i casinò e le piste di pattinaggio, secondo quanto riporta la Bbc.   "Con l'aumento dei numeri, riteniamo che sia necessario premere il pedale del freno per tenere sotto controllo il virus", ha spiegato Johnson. "Ho detto che il nostro piano per riaprire la società e l'economia è condizionato ... che non avremmo esitato a frenare, se necessario. La nostra valutazione è che ora dobbiamo frenare", ha detto il premier.

Stamane erano scattate nuove restrizioni nel nord dell'Inghilterra per i movimenti di oltre 4 milioni di persone, a seguito di un forte ritorno dell'epidemia di coronavirus. Tra le altre cose, alle persone di gruppi familiari diversi è proibito incontrarsi al chiuso nella Greater Manchester e in parti del Lancashire orientale e del West Yorkshire. Un nucleo familiare potrà andare al pub, ma senza mescolarsi con altre persone. Le autorità locali e la polizia avranno potere di far applicare le restrizioni. Le nuove regole arrivano quasi quattro settimane dopo che le restrizioni erano state allentate in tutta l'Inghilterra, consentendo alle persone di incontrarsi al chiuso per la prima volta dalla fine di marzo.

Messico, terzo paese al mondo per numero di vittime
Il Messico registra 46mila decessi legati al coronavirus e supera la Gran Bretagna, diventando il terzo Paese al mondo per numero di morti. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 639 decessi e 7.730 nuovi casi, per un totale di 416.179 infezioni.

Brasile, superati i 2,6 milioni di casi. Bolsonaro sotto antibiotici per infezione
Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha reso noto che sta assumendo antibiotici per un'infezione che lo ha fatto sentire debole, dopo aver trascorso settimane in isolamento a a causa del coronavirus. Bolsonaro è apparso durante una trasmissione in diretta scherzando sul fatto di avere "muffa" nei suoi polmoni "dopo 20 giorni al chiuso". "Ho appena fatto un esame del sangue. Ieri mi sentivo un po' debole. Hanno anche trovato un po' di infezione. Ora sto assumendo antibiotici", ha spiegato, senza fornire ulteriori dettagli.   

Il leader brasiliano è risultato negativo al test sabato scorso, dopo 3 settimane di coronavirus. Ieri sua moglie è risultata positiva. Bolsonaro, anche se è stato contagiato, ha continuato a minimizzare la gravità del Covid, insistendo che le restrizioni alle imprese sarebbero state più dannose della malattia. Ma in tutto il paese l'epidemia continua a galoppare, con oltre 91.000 morti  e 2.613.634 contagi, il numero più alto nel mondo dopo gli Stati Uniti.

Nel bilancio quotidiano sono state registrate 1.129 nuove vittime, per un totale di 91.263 morti dall'inizio della pandemia nel Paese.   Lo stato di San Paolo, epicentro della pandemia con oltre 529.000 contagi, ha annunciato l'intenzione di produrre 120 milioni di dosi del vaccino cinese CoronaVac, mentre sono incorso studi e test con il vaccino dell'Università di Oxford, nel quadro di un accordo firmato dal governo del presidente Bolsonaro.

In Libia record contagi: governo impone lockdown
Il governo libico riconosciuto dalla comunità internazionale, cioè quello con sede a Tripoli, ha annunciato che, a seguito di un aumento dei casi di coronavirus, imporrà un lockdown totale nelle zone del Paese sotto il suo controllo, con coprifuoco totale per cinque giorni a partire da oggi pomeriggio. Lo riporta l'emittente Al-Jazeera. Secondo gli ultimi dati diffusi giovedì dal Centro libico nazionale per il controllo delle malattie, è stato registrato un nuovo record di nuovi casi in 24 ore con 216 contagi in un giorno, che portano il totale nel Paese a 3.438. Sempre secondo il Centro, i decessi complessivamente confermati per coronavirus sono al momento 73 e i pazienti guariti sono 604. Per contenere la diffusione del Covid-19 le autorità libiche hanno chiuso i confini del Paese, chiuso scuole e moschee, vietato gli assembramenti e, appunto, imposto il coprifuoco.

Israele, in 24 ore 1.786 nuovi casi
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati in Israele 1786 nuovi contagi, ossia l' 8,8 per cento dei test di ieri. Lo ha riferito il ministero della sanità. Dall' inizio della pandemia i casi positivi sono così saliti a 70.582. Le persone infette sono adesso 26.260, di cui 25.514 si trovano nelle proprie abitazioni o in appositi alberghi. I ricoverati in ospedale sono 746, di cui 319 versano in condizioni gravi. I decessi sono saliti a 509. I media rilevano che questi dati confermano un sostanziale stabilizzarsi della crisi sanitaria.   Questa settimana il numero complessivo dei contagi è stato di 11.820, mentre la settimana precedente la cifra totale era stata 12.013. In lieve calo questa settimana anche i decessi: 57 rispetto ai 59 della settimana precedente.   I responsabili alla sanità moltiplicano intanto gli appelli alla popolazione araba affinché rispetti il più possibile le regole di igiene e di distanziamento, mentre ha inizio la ricorrenza islamica dell'Id el-Adha (la festa del Sacrificio) che è accompagnata da numerosi incontri familiari.

India, altro record con 55.078 casi nelle ultime 24 ore
In India si è registrato un altro  record di nuovi casi di coronavirus, con 55.078 positivi confermati  nelle ultime 24 ore. Il ministero della sanità federale aggiorna  quindi a 1.638.870 il totale delle persone contagiate. E' il secondo  giorno consecutivo che si registra un aumento di oltre 50mila nuovi  casi in 24 ore. In merito alle vittime, sono almeno 35.747 le persone  che hanno perso la vita in India per complicanze legate al'infezione,  779 in più rispetto a ieri. L'India è attualmente al terzo posto al mondo nella lista dei Paesi  maggiormente colpiti, dopo gli Stati Uniti e il Brasile. Le autorità  di Nuova Delhi parlano di 545.318 casi ancora attivi e di 1.057.805  guariti.

Hong Kong, Lam: rinvio elezioni politiche per il Covid
La governatrice di Hong Kong Carrie Lam ha annunciato che le elezioni politiche del 6 settembre sono state rinviate a causa dell'emergenza legata al Covid-19. Lam,in conferenza stampa, ha parlato di una "situazione grave della pandemia" nell'ex colonia britannica, aggiungendo di avere "il sostegno nell'adozione di questa difficile decisione" del governo centrale, di Pechino. "E' la decisione più difficile degli ultimi 7 mesi".

In Russia oltre 5.400 contagi in 24 ore
In Russia sono stati registrati 5.482 nuovi casi nelle ultime 24 ore, il che porta a 839.981 i contagi complessivi. Lo riferisce il centro nazionale anti-coronavirus, precisando che 695 dei nuovi casi sono stati rilevati a Mosca.
Condividi