Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-italia-nelle-ultime-24-ore-10.925-nuovi-casi-con-oltre-165mila-tamponi-i-morti-sono-47-74b54147-3c2a-4a14-9f93-681b9efe6cb4.html | rainews/live/ | true
Rai News
Coronavirus

I dati del ministero della Salute

Coronavirus: 10.925 nuovi casi con oltre 165mila tamponi nelle ultime 24 ore. I morti sono 47 (-8)

E' ancora record giornaliero di contagi. Decessi in calo. I guariti sono 1.255. In crescita i ricoveri in terapia intensiva: +67 

I numeri aggiornati in Italia e nel mondo

Continua a crescere la curva dei contagi da coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 10.925, a fronte di oltre 165mila tamponi effettuati. I decessi sono 47, in calo rispetto ai 55 di ieri. In crescita i ricoveri in terapia intensiva: +67. 

La regione con più casi rimane stabilmente la Lombardia, +2.664, seguita da Campania (1.410), Lazio (994), Piemonte (972) e Toscana (879). Nessuna regione a zero contagi, quella che fa meglio, ma comunque in netta crescita, la Basilicata con 57 nuovi casi. 

In calo il numero di guariti, 1.255 oggi contro i 1.908 di ieri, per un totale di 249.127. Il numero degli attualmente positivi si impenna ancora, +9.623 in sole 24 ore: i malati attuali sono ora 116.935 in tutto. Di questi, sono in isolamento domiciliare 109.613 pazienti, 9.117 più di ieri. 

Per quanto riguarda i tamponi, degli oltre 165mila totali di oggi sono 103.326 quelli utilizzati per testare i nuovi casi, per un  rapporto quindi del 10% circa tra positivi e casi testati. 
 


Intanto continuano a moltiplicarsi i focolai in tutta Italia, che in alcuni casi cominciano a interessare anche operatori sanitari, come avvenuto vicino a Milano e Modena.

Preoccupazione anche per le case di riposo. In una Rsa di Varazze, in provincia di Savona, sono risultati positivi 81 ospiti su 100. Altri 27, su 81, hanno contratto il coronavirus in un'altra residenza a Livorno, mentre 32 sono positivi nella Rsa di Campofilone, nel Fermano. Cinque anziani, ospiti della casa di riposo Giovanni XXIII di Alberobello, sono ora ricoverati negli ospedali Covid per l'aggravarsi delle condizioni fisiche.

Si estende, poi, il focolaio che si è sviluppato dopo le nozze con 200 invitati in Abruzzo. Salgono a una quarantina le persone residenti nella Val Fino, nel Teramano - area martoriata dalla prima fase dell'emergenza e a lungo inserita in zona rossa - risultate positive.