Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-mondo-California-morti-in-un-giorno-Messico-totale-contagi-c24be766-692e-45aa-95d5-d3ab6743cf33.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La pandemia

Coronavirus, superati 90 milioni di casi a livello mondiale

La Germania verso due milioni di contagi, Gb: accelerare vaccini 

California (AP Photo/Jae C. Hong)
Condividi

Il numero di casi confermati di Covid-19 sono ormai più di 90 milioni: il triste bilancio è il frutto del conteggio della Johns Hopkins University, l'università indipendente americana che tiene un aggiornamento dei casi dall'inizio della pandemia. I morti nel mondo sono arrivati a 1,931 milioni.

Rallentano i contagi e i decessi giornalieri nel Regno Unito, alle prese con una variante più aggressiva del Covid, scendendo, secondo i dati odierni del governo, rispettivamente a circa 55.000 (contro quasi 60.000 di ieri) e a 563, per la prima volta sotto quota mille da diversi giorni. Su questi numeri potrebbe tuttavia pesare il non infrequente ritardo parziale nella raccolta statistica dei dati nel weekend nel Paese; mentre resta per ora elevato l'afflusso di nuovi ricoverati negli ospedali, ma anche il totale quotidiano dei test. Il Regno ha superato ieri i 3 milioni di contagi dall'inizio della pandemia. Nonché gli 80.000 morti, record europeo in cifra assoluta, ma inferiore a Italia e Belgio in rapporto alla popolazione. Priti Patel, ministra dell'Interno del governo di Boris Johnson, ha intanto confermato la stretta della polizia a colpi di multe e misure punitive contro chi viola il lockdown nazionale, reintrodotto dall'inizio della settimana. Mentre il ministro della Sanità, Matt Hancock, ha ribadito l'impegno a un'accelerazione di massa sul fronte dei vaccini, ma ha pure ammonito che qualunque rilassamento della popolazione di fronte alle restrizioni attuali rischierebbe di essere "fatale".

La Germania ha registrato 16.946 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, aggiornando a 1.908.527 i contagi accertati da inizio pandemia. Lo riporta il Robert Koch Institut, il cui conteggio riferisce anche di 465 ulteriori decessi legati al coronavirus, che portano a 40.343 il totale delle vittime.

Il Belgio ha superato la soglia dei 20mila decessi legati al nuovo coronavirus, più della metà dei quali riguarda residenti di case di riposo. Lo hanno annunciato le autorità sanitarie. Il Belgio, Paese da 11,5 milioni di abitanti, ha registrato 662.694 casi di Covid-19 dall'inizio della pandemia e 20.038 morti, secondo i dati pubblicati dall'Istituto di Sanità pubblica. 

L'ondata di caldo insolito che ha investito la Grecia in questi giorni, con temperature sopra i 20 gradi, ha portato moltissime persone a violare il lockdown anti-coronavirus e a riversarsi sulle spiagge e nei parchi. Nel sud di Creta è stata registrata una temperatura di 28,3 gradi a mezzogiorno, la più alta a gennaio da 50 anni. Ad Atene, dove il termometro segnava 22 gradi, in moltissimi hanno trascorso la giornata al mare, sotto l'occhio vigile della polizia che ha cercato di evitare assembramenti e multato chi non indossava la mascherina. Gli altoparlanti delle volanti ricordavano alle persone di mantenere il distanziamento sociale. La Grecia è tornata in lockodown dall'inizio di novembre, nel tentativo di evitare una terza ondata di Covid dopo le feste di Natale e Capodanno. Venerdì le restrizioni, che sarebbero dovute finire domani, sono state prolungate di un'altra settimana. Riapriranno soltanto asili nido, scuole materne ed elementari. Oggi le autorità sanitarie hanno annunciato altri 36 morti a causa del coronavirus. Oltre 4.000 delle 5.263 vittime di Covid si sono registrate negli ultimi due mesi. 

Ha superato quota 1,5 milioni il totale dei contagi da Covid-19 registrati ufficialmente in Messico dall'inizio della pandemia, di cui 1,13 guariti. Lo rende noto l'università americana Johns Hopkins. Con i suoi 128,65 milioni di abitanti, il Paese nordamericano ha registrato finora oltre 132 mila decessi legati al nuovo coronavirus. Nelle ultime 24 ore il numero di contagi ha raggiunto la cifra record di 16.105 con 1.135 morti.

Il Brasile ha registrato  62.290 nuovi positivi per il coronavirus e 1.171 morti solo nella  giornata di ieri, secondo il Ministero della Salute. Il Paese, che  venerdì ha superato gli otto milioni di casi di pandemia finora, ha  raggiunto 8.075.998 contagi, mentre il numero totale di morti è di  202.631 persone, dopo che i decessi sono aumentati dell'11 per cento  in l'ultima settimana secondo il ministero. Il governo ha acquistato  100 milioni di vaccini Coronavac, di cui quasi la metà verrà  consegnata ad aprile.

L'Argentina acquista  circa un milione di dosi del vaccino cinese Shinopharm mentre i casi  continuano ad aumentare a Buenos Aires e il Paese registra 11.057  nuovi positivi.

Le autorità sanitarie della California hanno riferito per sabato un totale record in un giorno di 695 decessi per coronavirus, mentre molti ospedali sono sottoposti a carichi di lavoro senza precedenti.

Condividi