Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-negli-Usa-oltre-31-milioni-di-casi.-Record-di-contagi-in-India-nelle-ultime-24-ore-2f49e153-8645-42e1-9914-1d788ade0656.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

I numeri della pandemia

Coronavirus, negli Usa oltre 31 milioni di casi. Record di contagi in India nelle ultime 24 ore

In Brasile 3.459 morti in 24 ore e oltre 40 mila dall'inizio del mese. Nuovo record di casi giornalieri in India, oltre 200 mila

Condividi
Corre ancora veloce il virus nel mondo: Sono 1.759.041 i contagi e 27.846 morti in 48 ore. Questa la velocità, tornata ormai estremamente elevata, di propagazione del nuovo coronavirus sul pianeta dalle 7 di martedì mattina alla stessa ora odierna, stando al database della Johns Hopkins University. Fino a questa mattina, dalla comparsa del morbo, la malattia ha causato complessivamente nel mondo 138.259.810 infezioni, di cui almeno 2.972.617 rivelatesi letali.  A livello di singoli paesi, gli Stati Uniti restano di gran lunga la nazione più colpita con 564.402 morti, su 31.421.325 contagi.

Sul fronte delle infezioni la classifica (limitatamente alle 15 nazioni che hanno oltrepassato i due milioni di casi, dieci delle quali sono ormai sopra i tre milioni) prosegue con l'India (14,07) quindi con il Brasile (13,67), la Francia (5,21) che precede la Russia (4,66). Al sesto posto figura la Gran Bretagna (4,39), quindi la Turchia (4,02), l'Italia (3,80), la Spagna (3,38), la Germania (3,08), la Polonia (2,62), l'Argentina (2,60) la Colombia (2,58), il Messico (2,29) e l'Iran (2,14). 

Per quanto riguarda i dati relativi alla mortalità, al secondo posto alle spalle degli Usa si colloca ancora il Brasile con ben 361.884 vittime. La tragica classifica prosegue con il Messico (210.812), quindi con l'India (173.123) mentre in quinta posizione figura la Gran Bretagna, (127.407) seguita dall'Italia (115.557) quindi la Russia (103.263, dati in attesa di aggiornamento), la Francia (99.936) e la Germania (79.427).

Negli Usa 564.402 morti, 859 nelle ultime 24 ore
Gli Stati Uniti hanno raggiunto quota 31.421.325 casi confermati di Sars-Cov-2 e 564.402 decessi per Covid, secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University. Nelle ultime 24 ore negli Usa si sono registrati 859 morti e 73.601 nuovi contagi.    La California è ora lo Stato più colpito dalla pandemia con 60.632 morti, seguita da New York (51.350), Texas (49.358), Florida (34.164), Pennsylvania (25.502), New Jersey (25.006) e Illinois (23.865). Altri Stati con un gran numero di decessi sono Georgia (19.600), Ohio (18.917), Michigan (17.694), Massachusetts (17.427) e Arizona (17.109). In termini di infezioni, la California ha avuto 3.707.770 casi, seguita dal Texas con 2.840.817, la terza e' la Florida con 2.141.686, New York è quarta con 1.973.308 e l'Illinois è quinta con 1.288.844.

Il bilancio provvisorio delle vittime supera di gran lunga il limite inferiore delle stime iniziali della Casa Bianca, che ai tempi di Donald Trump prevedeva nel migliore dei casi tra i 100.000 ei 240.000 decessi a causa della pandemia.    Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha previsto che un totale di oltre 600.000 persone nel paese moriranno a causa del virus. Da parte sua, l'Institute for Health Metrics and Assessments (Ihme) dell'Universita' di Washington, i cui modelli per prevedere l'evoluzione della pandemia sono spesso fissati dalla Casa Bianca, stima che entro il primo luglio saranno morte 610.000 persone. Per quanto riguarda i vaccini, circa 123,9 milioni di persone (37,3% della popolazione) hanno ricevuto almeno una dose, e di queste 76,7 milioni (23,1%) hanno avuto anche la seconda, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc).

In Brasile oltre 360.000 decessi, 3.459 morti in 24 ore
Quello in corso rischia di diventare per il Brasile il peggior mese dalla comparsa del Covid-19 sul suo territorio. In soli 14 giorni, il numero delle vittime causate dal nuovo coronavirus ha infatti superato nello stato amazzonico la soglia delle 40mila, per la precisione 40.294. Un dato di fronte al quale ricercatori e scienziati continuano a lanciare appelli affinché si adottino misure più efficaci di contenimento sanitario, anche tenendo conto dell'accresciuta contagiosità delle varianti in azione e del collasso generalizzato del sistema ospedaliero.

Il Brasile ha registrato 3.459 decessi legati al Covid-19 nelle ultime 24 ore e ha superato i 360.000 morti dall'inizio della pandemia, che sta vivendo la sua fase peggiore nel Paese sudamericano, secondo il dati diffusi dal governo.    Negli ultimi tre giorni il Paese ha registrato 8.747 morti legate al nuovo coronavirus, che si sta diffondendo senza freni su tutto il territorio nazionale, nonostante le restrizioni alla mobilita' in vigore in molti degli stati brasiliani.    Il ministero della Salute ha registrato nell'ultimo giorno 73.513 contagi, con i quali il saldo totale dei positivi dal 26 febbraio 2020, quando e' stato notificato il primo caso, e' di 13.673.507, sebbene gli specialisti sanitari stimino che, a causa di 'Under-reporting', il numero potrebbe essere fino a "due o tre volte" superiore.

Mancano i sedativi e per questo i pazienti intubati vengono legati a letto. Succede in un  ospedale di Rio de Janeiro, come denuncia una infermiera dell'ospedale Albert Schweitzer di Realengo sui social media. Con il sistema  sanitario al collasso, il Brasile supera oggi quota 360mila morti per  complicanze riconducibili al coronavirus. Lo riporta il ministero  della Salute del Brasile, aggiornando a 361.884 il totale dei decessi riconducibili al Covid-19, 3.459 in più di ieri.  Per quanto riguarda i contagi, sono 73.513 i nuovi casi nelle ultime  24 ore, per un totale di 13.673.507 contagi. A essere maggiormente  colpito è lo stato di Sao Paulo, il più popolato in Brasile con  2.686.031 casi e 85.475 morti.

In Messico 5.113 nuovi contagi e 518 morti
Il Messico ha registrato 518 decessi a causa della pandemia di Covid nelle ultime 24 ore e ha raggiunto un totale di 210.812 morti, secondo quanto riferito dal ministero della Sanita'.    Nell'odierno bollettino medico, le autorita' sanitarie hanno registrato 5.113 nuovi contagi, per un totale di 2.291.246 casi confermati. Il Messico è il terzo Paese al mondo per numero di morti, dietro a Stati Uniti e Brasile e il quattordicesimo per numero di contagi, secondo la Johns Hopkins University. Tuttavia, i dati effettivi sarebbero più alti. Lo stesso governo ha ammesso a fine marzo che il Paese ha registrato un eccesso di mortalità di quasi 300.000 persone dall'inizio della pandemia.

Argentina, 25.157 contagi nelle ultime 24 ore. Coprifuoco alle 20
Il governo argentino ha inasprito il coprifuoco nell'area metropolitana di Buenos Aires (Amba), formata dalla capitale e dalle città limitrofe, dove la circolazione sarà vietata dalle ore 20,00 alle 06,00 a causa dell'aumento dei casi di Covid-19. Inoltre, dal prossimo lunedì fino al 30 aprile le scuole saranno nuovamente chiuse e si procederà con la didattica a distanza.    "L'avanzata della pandemia ci richiede ogni volta un po' di piu'", ha detto il presidente, Alberto Ferna'ndez, in un messaggio al paese.    L'Amba è l'area più critica in termini di infezioni da coronavirus e Ferna'ndez ha chiesto alle autorità di ogni località "di ispezionare e applicare" la misura. Il presidente ha assicurato che l'esecutivo intende "garantire due cose": non fermare il processo di vaccinazione e fare in modo che il sistema sanitario non sia saturo. Ferna'ndez ha anche annunciato l'arrivo domenica di altri vaccini, in un momento in cui le dosi disponibili nel Paese si stanno esaurendo.

Nuovo record di casi giornalieri in India, oltre 200mila
L'India registra anche oggi un record di nuovi casi giornalieri di Covid-19, 200.739 nelle ultime 24 ore; i morti sono stati invece 1.038. Lo rende noto il ministero della Sanità indiano, citato dai media locali.    Il Paese dell'Asia meridionale da 1 miliardo e 380 milioni di abitanti ha riportato finora un totale di 14,1 milioni di casi e di 173.123 di decessi. Seconda solo alla Cina per popolosità, l'India è seconda al mondo per numero di contagi (dietro agli Stati Uniti) e quarta per numero di morti (dietro a Usa, Brasile e Messico).

Giappone, oltre 4 mila contagi nelle ultime 24 ore
Secondo l'ultimo bollettino ufficiale diffuso dal ministero della Salute, il conteggio giornaliero dei nuovi casi di coronavirus in Giappone e' arrivato a 4.312, superando i 4mila per la prima volta dal 28 gennaio. La prefettura occidentale di Osaka si conferma la piu' colpita da quella che ormai gli esperti concordano nel definire "quarta ondata", con 1.130 nuovi casi.    "I posti disponibili in ospedale ormai stanno finendo e le strutture sanitarie non riescono a fronteggiare il numero sempre crescente di pazienti con sintomi gravi che necessitano di letti in terapia intensiva", ha dichiarato in conferenza stampa il governatore Hirofumi Yoshimura.  Anche a Tokyo, a meno di cento giorni dalle Olimpiadi, sono stati confermati dal governo metropolitano 591 nuovi contagi, numero in continua crescita nelle ultime settimane.

Tunisia, record di ricoveri
"La situazione epidemiologica in Tunisia è attualmente molto grave": nella sola giornata di martedì il Paese ha registrato 2.270 ricoveri a causa del Covid, il livello più alto dall'inizio della pandemia. Lo ha detto alla radio pubblica la direttrice dell'Osservatorio nazionale per le malattie nuove ed emergenti e portavoce del ministero della Sanità di Tunisi, Nissaf Ben Alaya.   La portavoce ha ricordato che l'ultimo picco di pazienti ricoverati risaliva al 26 gennaio scorso, con 2.210 persone ammesse negli ospedali del Paese, di cui 440 nei reparti di terapia intensiva e 140 posti in respirazione assistita.   Attualmente, ha commentato Hanen Touiri, membro del Comitato scientifico per la lotta al coronavirus, la capacità di molte strutture sanitarie è quasi al limite, e in alcuni casi lo ha già raggiunto. Touiri ha inoltre sottolineando che l'età media dei pazienti ricoverati si sta progressivamente abbassando.   La Tunisia ha registrato dall'inizio della pandemia 276.727 casi di contagio, inclusi 9.480 decessi. Procede al rallentatore, intanto, la campagna vaccinale nazionale,cominciata il 13 marzo scorso. Secondo il ministero della Sanità, hanno ricevuto almeno una dose quasi 176 mila persone (tra questi oltre 8 mila anche la seconda), mentre gli iscritti alla piattaforma Evax.tn in attesa del vaccino sono oltre un milione. L'esecutivo argentino ha stabilito queste ulteriori restrizioni dopo che martedi' c'e' stato un nuovo record di infezioni, con 27.001 positivi. La curva al rialzo ha gia' toccato altri quattro record la scorsa settimana.    Nelle ultime 24 ore in Argentina si sono registrati 25.157 contagi e sono stati effettuati 89.761 test, segnalati dal ministero della Sanità Solo nella città di Buenos Aires ci sono stati 2.658 positivi e nella provincia omonima 13.241. I decessi sono stati 368 nelle ultime 24 ore, il numero più alto del 2021. Dall'inizio della pandemia ci sono stati 2.604.157 casi e 58.542 decessi.
Condividi