Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Coronavirus-oltre-4-milioni-di-casi-in-Europa.-Olanda-e-Francia-verso-nuove-restrizioni-f906e173-c7fd-4581-8a29-8fce5409038c.html | rainews/live/ | true
EUROPA

L'epidemia di Covid

Oltre 4 milioni di casi in Europa. Lockdown parziale in Olanda, Francia verso nuove restrizioni

"Questi numeri lampeggiano come avvisi sul cruscotto di un aereo. Dobbiamo agire adesso", ha detto ieri sera il premier britannico Boris Johnson agli inglesi, annunciando la chiusura dei pub a Liverpool

Condividi

Sono 4.320.249 i casi accertati di coronavirus riportati in Europa e Regno Unito dall'inizio della pandemia, secondo l'ultimo conteggio della Johns Hopkins University.

In particolare, i paesi che hanno registrato oltre 100mila casi sono Spagna (888.968 contagi), Francia (776.097), Regno Unito (620.458), Italia (359.569), Germania (332.850), Olanda (187.138), Belgio (165.880), Romania (157.352), Polonia (130.210) e Repubblica Ceca (121.421).

Con 42.965 decessi, senza pari in Europa, e 620.458 casi positivi, il Regno Unito sta affrontando una nuova ondata di contagi che ora colpisce tutto il suo territorio e tutte le sue fasce d'età. "Questi numeri lampeggiano come avvisi sul cruscotto di un aereo. Dobbiamo agire adesso", ha detto ieri sera il premier britannico Boris Johnson agli inglesi, annunciando la chiusura dei pub a Liverpool e la riattivazione di tre ospedali da campo allestiti a Liverpool in primavera. 

Francia verso un possibile nuovo giro di vite contro il coronavirus. Alla vigilia dell'attesa intervista a reti unificate su France 2 e Tf1, prevista per domani sera, il presidente francese Emmanuel Macron presiede oggi un nuovo Consiglio di difesa sanitaria per organizzare la risposta al nemico invisibile. In particolare, il governo intende studiare i mezzi per bloccare la seconda ondata, che in Francia raggiunge livelli inquietanti. Dopo città come Parigi, Lione e Marsiglia, da questa notte anche Montpellier e Tolosa sono passate in zona di "allerta massima" insieme con diversi comuni circostanti. Oggi si sono registrati 12.993 nuovi casi e 117 decessi. In tutto, la Francia ha accumulato 756.472 contagi e 32.942 vittime. Nell'ultimo giorno, ci sono stati 257 nuovi ricoveri in ospedale e 55 pazienti in più nei reparti di terapia intensiva.

Tornano a salire i contagi in Germania: Sono 6.541 i nuovi casi di coronavirus registrati nel Paese, dove altre 14 persone sono morte a causa della pandemia. Gli ultimi dati della JHU parlano di un totale di 332.850 contagi con 9.640 morti e circa 278.391 pazienti guariti. Ieri la Germania aveva segnalato 2.846 contagi e sei decessi. Il ministro della Salute, Jens Spahn, si aspetta che un vaccino contro il coronavirus sarà pronto per il primo trimestre del 2021. "Per come stanno le cose oggi, 12 ottobre, ritengo che saremo in grado di cominciare nel primo trimestre dell'anno prossimo", ha detto durante una videoconferenza con l'istituto Ifo.

Ed è arrivata l'attesa stretta anti-Covid in Olanda. Il premier Mark Rutte ha ordinato un "lockdown parziale" per contenere l'impennata dei nuovi contagi. Tutti i bar, i caffè e i ristoranti chiuderanno a partire da domani. "Fa male ma è l'unico modo, dobbiamo essere più severi", ha detto Rutte in conferenza stampa. Il Paese ha registrato oggi una cifra record di nuovi casi: 7.400 nelle ultime 24 ore.

Continuano a crescere a ritmo sostenuto i contagi in Belgio. Tra il 3 e il 9 ottobre, secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili, le persone positive al coronavirus sono state mediamente 4.449 al giorno, il 79% in più rispetto ai sette giorni precedenti. Tra il 6 e il 12 ottobre scorsi le ospedalizzazioni sono aumentate del 68,4% e le persone in terapia intensiva sono ora 267. Il tasso di positività ai test ha raggiunto quota 11,1%. Per fronteggiare la diffusione del virus due province, quella del Brabante Vallone e del Lussemburgo, hanno deciso di decretare, a partire dalla mezzanotte di oggi, un coprifuoco notturno per i prossimi 15 giorni. Tra l'una e le sei del mattino nessuno potrà circolare se non per motivi sanitari o di lavoro.

Per fare fronte al nuovo picco di casi di Covid-19, il governo della Repubblica Ceca ha annunciato la chiusura di ristoranti e bar e il divieto di alcol nei luoghi pubblici. Le misure saranno in vigore da domani fino al 3 novembre. "Abbiamo solo una possibilità ora e ci dobbiamo riuscire", ha detto ai giornalisti il premier Andrej Babis, miliardario populista spesso criticato per la sua risposta alla pandemia. La Repubblica Ceca, che conta 10,7 milioni di abitanti, ha registrato quattro record di aumenti giornalieri la scorsa settimana con il picco di 8.617 nuovi casi registrati venerdì. Il bilancio totale dei casi, secondo la JHU, è di 121.421; i decessi sono 1.051.

In Spagna sono stati registrati 27.856 casi di Covid-19 e 195 decessi da venerdì. Lo rende noto il ministero della Salute. Il totale dei casi di contagio arriva così a 888.968 e 33.124 decessi.

Condividi