Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Covid-La-Spagna-dichiara-lo-stato-emergenza-il-premier-restate-a-casa-bde6ac2f-101a-4add-9ac0-4a4159978371.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

L' annuncio in diretta tv

Coronavirus, la Spagna dichiara lo stato d'emergenza. Sanchez: "Restate a casa"

Il provvedimento durerà 15 giorni ma il premier ha già annunciato che “è sua intenzione di prolungarlo fino al 9 maggio”

Condividi
Il governo spagnolo ha dichiarato lo stato d'emergenza sanitaria in tutto il Paese per fronteggiare il nuovo picco di casi di coronavirus. Lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez in diretta televisiva. 

Coprifuoco e durata dell'emergenza
Deciso il coprifuoco dalle 23 alle 6 del mattino in tutta la Spagna tranne che alle isole Canarie.

Il provvedimento durerà 15 giorni ma il premier Pedro Sanchez ha già detto che la sua intenzione è di prolungarlo fino al 9 maggio. "La nostra proposta - ha detto - che dovrà essere discussa, sarà di prolungare lo stato di allarme per sei mesi, fino al 9 maggio".

“Restate a casa”
“Sappiamo già cosa fare" ha ribadito Sanchez ma agli spagnoli dice:"Restare a casa il più possibile"."Non siamo in lockdown, ma più restiamo a casa più saremo protetti", ha precisato il premier.

Alle regioni libertà di decisione
I leader delle regioni spagnole potranno decidere autonomamente se chiudere i confini e imporre un coprifuoco più rigido di quello nazionale. Il premier spagnolo ha anche precisato che sono vietate tutte le riunioni con più di sei persone a meno che non si tratta di conviventi. "La realtà è – ha ricordato Sanchez- che l'Europa e la Spagna sono immersi in una seconda ondata della pandemia

I casi
L'obiettivo del nuovo stato d'emergenza è portare il numero dei contagi a meno di 25 per ogni 100.000 abitanti. “Al momento -ha concluso- in Spagna ci sono 400 casi di coronavirus ogni 100.000 abitanti.
Condividi