Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Covid-Oms-l-Europa-unica-regione-al-mondo-in-cui-salgono-i-decessi-d6c1c257-a114-4d90-acea-5b26eb60cde2.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

I contagi sono in calo da luglio in Africa, Medioriente e Sudest asiatico

Covid, Oms: "L'Europa è l'unica regione al mondo in cui salgono i decessi"

Sono oltre 3,3 milioni le nuove infezioni registrate, 2,1 milioni delle quali nel continente europeo. I contagi più alti sono stati registrati in Russia, Germania e Regno Unito, mentre i decessi sono saliti del 67% in Norvegia e del 38% in Slovacchia

Condividi
I decessi legati al Covid-19 in Europa sono saliti del 5% la scorsa settimana, rendendo l'Europa l'unica regione al mondo in cui la mortalità per coronavirus è aumentata. Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aggiungendo che i casi confermati a livello mondiale sono aumentati del 6%, spinti dagli aumenti registrati nelle Americhe, in Europa e in Asia. Sono oltre 3,3 milioni le nuove infezioni registrate, 2,1 milioni delle quali in Europa.

Secondo l'Oms i contagi sono in calo da luglio in Africa, Medioriente e Sudest asiatico. All'interno dell'Europa, secondo quanto riferisce l'Oms, i contagi più alti sono stati registrati in Russia, Germania e Regno Unito, mentre i decessi sono saliti del 67% in Norvegia e del 38% in Slovacchia.

Nel suo report settimanale, l'Oms afferma che la scorsa settimana i dati relativi ai morti con Covid-19 in tutte le regioni tranne che in Europa sono rimasti stabili o sono calati, raggiungendo in totale nel mondo 50mila decessi. È la settima settimana consecutiva che i contagi da Covid-19 continuano a salire nei 61 Paesi che l'Oms conteggia nella regione europea, che copre anche la Russia. Mentre il 60% delle persone in Europa occidentale sono totalmente immunizzate contro il coronavirus, solo circa la metà è vaccinata contro il Covid-19 nella zona orientale del continente, dove le autorità lottano per superare uno scetticismo generalizzato nei confronti del vaccino.

Precedentemente l'Oms aveva definito l'Europa l'epicentro della pandemia, avvertendo della possibilità di raggiungere altri 500mila morti entro gennaio in mancanza di azioni urgenti. La scorsa settimana Austria, Olanda e altri Paesi hanno reintrodotto alcune misure di lockdown per provare a rallentare i contagi, mentre il Regno Unito ha deciso di avviare la campagna di booster per gli over 40.
Condividi