Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Covid-Reynders-piu-di-un-milione-di-cittadini-ha-gia-ricevuto-il-green-pass-c5c1e681-3391-43da-ae64-abfc9177ce58.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Certificato digitale

Green pass europeo: il voto dell'Ue, domani i risultati. Sarà attivo dal 1° luglio

Il Parlamento europeo ha votato questa sera per l'approvazione del regolamento per il nuovo certificato Covid digitale. Domani i risultati. Oltre un milione di cittadini ha già ricevuto il green pass

Il commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders (Ansa)
Condividi
La plenaria del Parlamento europeo ha votato questa sera, a Strasburgo, per l'approvazione del regolamento per il nuovo certificato Covid digitale europeo, lo strumento che servirà a facilitare i viaggi nell'Unione durante la pandemia e a contribuire alla ripresa economica.

I voti sono stati due: uno sul certificato per agevolare la libera circolazione delle persone durante la pandemia di Covid-19 ed un secondo che riguarda i cittadini di paesi terzi regolarmente soggiornanti o residenti nel territorio degli stati membri durante la pandemia.

I risultati saranno resi noti domani mattina. 

Berlusconi: "Da remoto ho dato ok al certificato europeo"
"Ho votato per il Certificato Covid europeo. Dal 1 luglio avremo uno strumento unico che ci consentirà di tornare a viaggiare in sicurezza senza più test e lunghe quarantene. È uno strumento che consentirà a tutti i cittadini europei immuni dal virus di programmare le vacanze nel nostro Paese e agli operatori del turismo di rimettersi finalmente in moto a pieno regime". Lo annuncia sui social Silvio Berlusconi, che è tornato a votare da remoto al Parlamento europeo dopo il riposo assoluto di circa due mesi causa effetti del long Covid.

Il dibattito
Nel dibattito svoltosi oggi, il commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders, ha detto che "il voto di oggi è una pietra miliare. Il regolamento entrerà in vigore dal primo luglio, ma l'introduzione inizia subito. Più certificati verranno emessi nelle prossime settimane meno intoppi ci saranno. Diversi Stati membri hanno già iniziato a emettere i certificati e più di un milione di cittadini hanno già ricevuto questo certificato".

Reynders, ha sottolineato che "con il certificato Covid digitale i cittadini avranno uno strumento pratico che potranno usare per viaggiare in modo sicuro in Europa questa estate, uno strumento che sarà accettato ora dovunque decidano di andare dell'Unione europea".

"La Commissione - ha ricordato Reynders - aveva proposto il regolamento il 17 marzo scorso e ora, solo due mesi e mezzo più tardi, in un tempo record, il Parlamento europeo ha votato l'accordo raggiunto con il Consiglio Ue. Con questo regolamento ogni cittadino nell'Unione avrà il diritto legale di ricevere un certificato Covid" che attesti che è stato vaccinato, o sottoposto a un test molecolare o antigenico con risultato negativo, o che è guarito ed è immune dopo aver contratto il virus. 

"Il certificato - ha sottolineato - sarà gratuito, facilmente accessibile a tutti i cittadini europei, e sarà condiviso e accettato da tutti gli Stati membri".

In 9 stati membri il sistema è già attivo
Nel giorno del via libera del Parlamento europeo, la Spagna e la Lituania hanno reso operativa la piattaforma Ue in via ufficiale, iniziando a distribuire i certificati Covid ai loro cittadini con tre settimane d'anticipo rispetto alla scadenza del primo luglio. Lo comunica la Commissione europea. 

Dopo Bulgaria, Repubblica ceca, Danimarca, Germania, Grecia, Croazia e Polonia, salgono così a nove gli Stati membri nei quali è già attivo il sistema per il mutuo riconoscimento dei certificati Covid per attestare l'avvenuta vaccinazione, il risultato negativo a un tampone o la guarigione dal virus dei cittadini europei allo scopo di facilitare i viaggi in tutta l'Unione.
Condividi