Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Covid-nel-Regno-Unito-piu-di-20-milioni-di-persone-hanno-ricevuto-la-prima-dose-di-vaccino-ca4f3e94-f635-480c-a674-06fdd063f991.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

In calo anche le vittime

Covid, nel Regno Unito i nuovi casi crollano del 40%

Il programma di vaccinazione del Regno Unito, ampiamente considerato un successo, consente al Paese di essere secondo solo a Israele per vaccinazioni pro capite

Condividi
Il numero di nuovi casi confermati di coronavirus nel Regno Unito è diminuito di quasi il 40% in una settimana e le morti sono cale di un terzo, come segnalano i nuovi dati citati da 'The Daily Mirror'. Sono stati 6.035 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore, cioè l'aumento giornaliero più basso da settembre. In virtù di questo aggiornamento, il totale dei positivi ammonta a 4.176.554. Il governo ha poi segnalato altri 144 decessi per un bilancio complessivo di 122.849 vittime, il quinto dato più alto al mondo.

Più di 20 milioni di persone nel Regno Unito hanno ricevuto la loro prima dose di vaccino contro il Covid-19, secondo i nuovi dati pubblicati dalle autorità locali.

Un terzo dell'intera popolazione nazionale, a cui vanno aggiunti circa 800.000 richiami. "Bingo", esulta a caratteri cubitali - via twitter - Nadhim Zahawi, ministro coordinatore della campagna vaccinale. Il programma di vaccinazione del Regno Unito, ampiamente considerato un successo, consente al Paese di essere secondo solo a Israele per vaccinazioni.

"Venti milioni di persone in tutto il Regno Unito sono state vaccinate, un enorme risultato nazionale ed una testimonianza dell'indefesso lavoro del personale della Sanità, dei  volontari, delle forze armate e di tanti altri", ha poi scritto su Twitter Boris Johnson celebrando il traguardo. "Chiedo a tutti di vaccinarsi quando venite chiamati - ha concluso il premier britannico - ogni vaccinazione fa la differenza in questa nostra battaglia contro il  Covid".
Condividi