Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Covid-nunzio-Iraq-positivo-Coronavirus-Baghad-Monsignor-Mitja-Leskovar-Papa-Francesco-quarantena-d23f3771-ddd3-4242-85ec-44061714d639.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Nunziatura di Baghdad

Nunzio apostolico in Iraq trovato positivo al Covid

Monsignor Leskovar avrebbe dovuto accompagnare il Pontefice in un imminente viaggio in Iraq. E' in quarantena

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Monsignor Mitja Leskovar, nunzio apostolico in Iraq, è risultato positivo al Covid-19. E' attualmente in quarantena. Lo hanno confermato fonti della Nunziatura di Baghad.

Avrebbe dovuto accompagnare Papa Francesco, come accade in tutti i viaggi internazionali dei Pontefici, nelle tappe della visita di Bergoglio in Iraq dal 5 all’8 marzo.

Il prelato, di origine slovena, 51 anni, arcivescovo e nunzio in Iraq dal 1° maggio 2020, non dovrebbe osservare l’isolamento nei locali della Nunziatura ma sarebbe già stato trasferito in un’altra sede. Ha lavorato nel servizio diplomatico della Santa Sede dal 2001.

Per quanto riguarda il personale della Nunziatura, è stato tutto sottoposto a tampone e si trova in isolamento. I locali della rappresentanza pontificia sono stati sanificati. 

Per martedì prossimo, il Vaticano ha organizzato un incontro nel quale verranno date tutte le informazioni riguardanti il viaggio che il Pontefice desidera fortemente fare per non deludere il popolo iracheno che già in passato aveva atteso invano la visita di Giovanni Paolo II.

Nei tre giorni in Iraq, Papa Francesco toccherà Baghdad, Najaf, Ur, Erbil, Mosul e Qaraqosh, pronunciando quattro discorsi, tenendo due omelie e un Angelus.

  
Condividi