Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Covid-ucraina-nella-morsa-del-virus-in-Marocco-arriva-il-certificato-di-vaccinazione-52c9c8ce-56b1-439c-8cf4-41aab73c0e56.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Coronavirus nel mondo

Covid. Ucraina nella morsa del virus, in Marocco arriva il certificato di vaccinazione

​La pandemia ha ucciso almeno 4.919.295 persone in tutto mondo dalla fine di dicembre 2019. Nuovo record di vittime in Russia

Condividi
Mentre in Australia Melbourne esce dal lockdown più lungo del mondo, durato 262 giorni, con la riapertura di pub, ristoranti e bar alle persone completamente vaccinate (seppur con mascherina ancora obbligatoria al chiuso), in Europa Russia e Regno Unito si continuano a registrare numeri record. 

Continua a salire il numero dei contagi e dei decessi in Russia. Secondo le autorità sanitarie, nelle ultime 24 ore si sono contati 1.064 morti, 28 in più rispetto a  ieri, per un totale di 228.453 vittime. È boom anche di casi, 37.141, circa 800 in più rispetto al dato più alto toccato ieri. Mosca si conferma l'epicentro della pandemia nel Paese, con 8.166 nuove infezioni, seguita da San Pietroburgo con 3.233. La città ha annunciato un lockdown parziale a partire dal 28 ottobre. Il sindaco Sergei Sobyanin ha fatto sapere che tutti i ristoranti, caffè e negozi non alimentari, palestre, cinema e altri luoghi di svago chiuderanno dal 28 ottobre al 7 novembre. E anche le scuole saranno chiuse.

Anche l'Ucraina è nella morsa del Covid. Il Paese registra per il terzo giorno consecutivo un record di decessi, ben 614 in 24 ore, che fanno seguito ai 546 di ieri e ai 538 del giorno precedente, per un totale di 1.698 letalità in appena tre giorni. Nelle ultime 24 ore, le autorità sanitarie di Kiev hanno rilevato altri 23.785 contagi. Per cercare di arginare la malattia, anche nelle principali stazioni ferroviarie ucraine sono stati allestiti centri vaccinali e diagnostici. Strutture simili sono state allestite anche nei centri commerciali. Secondo il ministero della Sanità, il 95% delle persone ricoverate per Covid la scorsa settimana non era vaccinato. L'Ucraina ha una popolazione di 44 milioni milioni di persone, di cui meno di sette milioni sono completamente vaccinate mentre 8,3 milioni hanno ricevuto almeno una dose. 

Quanto al Regno Unito, per la prima volta da tre mesi a questa parte ha superato la soglia dei 50mila contagi in un solo giorno dopo la decisione del governo Johnson di non far scattare al momento il piano B con le restrizioni d'inverno.

Il Marocco ha lanciato giovedì un pass di vaccinazione anti-Covid, il primo in un paese del Maghreb, e vietato i collegamentiaerei verso l'Olanda, la Germania e il Regno Unito per via dell'alto numero di contagi. "Su decisione delle autorità nazionali e in seguito alla situazione pandemica, i voli da/per Germania, Paesi Bassi e Regno Unito sono sospesi da mercoledì 20 ottobre alle 23:59", ha annunciato improvvisamente su Twitter la compagnia aerea Royal Air Maroc, prendendo alla sprovvista migliaia di turisti in vacanza nel Paese nord africano.

La Nuova Zelanda ha fissato un obiettivo di vaccinazione del 90% per porre fine ai blocchi, mentre il primo ministro Jacinda Ardern ha svelato un piano per aprire nonostante la caparbia tenuta della variante Delta.

Intanto, l'India ha somministrato la sua miliardesima dose di vaccino contro il Covid-19 giovedì, sei mesi dopo un devastante focolaio di casi che ha sollevato timori per il collasso del suo sistema sanitario. Secondo il governo, circa tre quarti degli adulti in questo paese di 1,3 miliardi di persone hanno ricevuto l'iniezione e circa il 30% è completamente immunizzato. Ufficialmente, l'India conta 452.000 morti, ma questo cifra è considerata sottostimata.

In Europa la variante dominante in circolo è ancora la Delta ma "stiamo vedendo che ci sono alcune mutazioni della Delta in alcuni casi e dobbiamo monitorarle molto da vicino", ha fatto sapere l'Ema. L'Agenzia europea per i medicinali avvierà la prossima settimana la rolling review per la pillola anti-Covid di Merck e intanto parla di risposta immunitaria più forte in caso di eterologa con seconda e anche terza dose: "stiamo vedendo risultati promettenti da studi che confermano una risposta immunitaria più forte quando il vaccino contro il Covid-19 dato come seconda o terza dose è diverso dal vaccino ricevuto inizialmente", ha detto Massimo Cavaleri nel corso di un briefing.

L'Ema ha ribadito l'importanza di vaccinarsi: "con un bilancio di morti di circa 5 milioni di persone in tutto il mondo, il costo umano dell'immunità naturale, quando al virus è consentito di correre liberamente, non è tollerabile", ha dichiarato Cavaleri. Il tutto nel giorno in cui l'Oms ha lanciato un allarme: senza vaccini ai Paesi poveri la pandemia proseguirà anche nel 2022, ha avvertito Bruce Aylward, ricercatore di alto livello dell'Oms, parlando con Bbc. Meno del 5% della popolazione africana è stato vaccinato, rispetto al 40% della maggior parte degli altri continenti, mentre i Paesi ricchi hanno consegnato solo una piccola parte della quantità di vaccini promessa a quelli poveri. Secondo quanto riferiscono a una settimana dal G20 diverse ong (Oxfam, Emergency, Amnesty International e Unaids, membri della People's Vaccine Alliance), finora i Paesi ricchi hanno donato ai Paesi in via di sviluppo appena 261 milioni di vaccini Covid, a dispetto degli 1,8 miliardi di dosi promesse.

Intanto in Germania aumenta rapidamente il tasso d'incidenza settimanale del Covid. Il Robert Koch Institut ha segnalato un indice settimanale su 100 mila abitanti di 95,1 casi, (per la prima volta sopra i 90 da metà maggio); valore che ieri era 85,6. Il numero dei contagi nelle 24 ore è di 19.572 (erano 11.518 sette giorni fa) e 116 decessi (65 sette giorni fa).  L'indice dell'occupazione delle terapie intensive è di 2,68 (era 2,45 di giovedì); il limite massimo è stato raggiunto a metà dicembre con 15,5. 

La pandemia ha ucciso almeno 4.919.295 persone in tutto mondo dalla fine di dicembre 2019. Gli Stati Uniti segnano 733.033 vittime, seguite da Brasile (604.679), India (452.811 ), Messico (285.347) e Russia (227.389) . L'OMS stima però che il bilancio della pandemia possa essere da due a tre volte superiore.
Condividi