Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Crollo-Ponte-Morandi-a-Genova-AD-Autostrade-Castellucci-si-avvale-della-facolta-di-non-rispondere-56732848-9ec5-4b17-aed1-c66f5f38898f.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'inchiesta sul crollo

Crollo Ponte Morandi a Genova, AD Autostrade Castellucci si avvale della facoltà di non rispondere

​Castellucci  ha depositato una memoria ricostruttiva degli interventi disposti dopo la tragedia del 14 agosto e ha dato la disponibilità a rispondere ai magistrati al termine dell'incidente probatorio e ha rilasciato dichiarazioni spontanee

Condividi
Non parla di fronte ai magistrati ma lo fa di fronte ai cronisti, accorsi numerosi per uno dei passaggi-chiave dell'inchiesta sul crollo di Ponte Morandi. L'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia Giovanni Castellucci durante l'interrogatorio in Procura davanti al pm Massimo Terrile si è avvalso della facoltà di non rispondere.

​Castellucci  ha depositato una memoria ricostruttiva degli interventi disposti dopo la tragedia del 14 agosto e ha dato la disponibilità a rispondere ai magistrati al termine dell'incidente probatorio e ha rilasciato dichiarazioni spontanee.

Come capo di un'azienda ho un dovere etico
"In quanto capo azienda ho ritenuto di adempiere ad un dovere etico, dando informazioni chiare ai magistrati in merito alle ulteriori verifiche e agli accertamenti sulla sicurezza della rete, che stiamo conducendo anche con l'ausilio di società di ingegneria indipendenti esterne, e su ciò che stiamo facendo per le famiglie delle vittime per i danneggiati dalla tragedia", ha detto uscendo dal Palazzo di Giustizia.

Monitoraggio della rete, esito confortante
 "Ho evidenziato nel dettaglio - ha aggiunto - attraverso una memoria depositata in Procura, che dopo la tragedia di Genova abbiamo promosso un'operazione straordinaria di monitoraggio delle infrastrutture della nostra rete realizzata dalle Direzioni di tronco, responsabili della sicurezza delle tratte di competenza. L'esito è assolutamente confortante. Ho potuto così rassicurare I magistrati che la nostra rete è sicura".

L'avvocato Severino: "Parlerà dopo incidente probatorio"
A spiegare la linea legale l'avvocato dell'ad di Autostrade, Paola Severino, parlando con i giornalisti al termine dell'interrogatorio in procura. "In considerazione della complessità e della gravità dei tragici fatti sottoposti al vaglio della magistratura, abbiamo ritenuto opportuno dichiarare la disponibilità dell'ingegner Castellucci a rispondere, nei limiti delle competenze a lui facenti capo e delle deleghe previste dall'organizzazione societaria, una volta che l'incidente probatorio sia concluso, siano state costruite le cause dell'evento e ne siano state tratte le eventuali specifiche contestazioni".

Procuratore Cozzi: "Non rispondere è un dirritto"
 'E' un diritto degli indagati avvalersi della facolta' di non rispondere. Non spetta a noi dare valutazioni. Noi siamo parte del processo e, ripeto, (avvalersi) e' un diritto', ha affermato il Procuratore della Repubblica di Genova, Francesco Cozzi, a chi gli chiedeva un commento. Ad ogni modo, ha aggiunto Cozzi, 'avvalersi non limita e non condiziona la prosecuzione delle indagini'.
Condividi