Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Dai-vaccini-ai-test-gli-Usa-riaprono-i-confini-dall-8-novembre-b8fb0c58-a4b9-4241-9161-beb90b2ed9bc.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La lotta alla pandemia

Dai vaccini ai test, gli Usa riaprono i confini dall'8 novembre

Condividi
L'Amministrazione Biden ha svelato nuovi dettagli dei suoi piani per consentire ai cittadini stranieri vaccinati contro il Covid-19 di recarsi nuovamente negli Stati Uniti a
partire dall'8 novembre. Come spiega la Cnn, l'Amministrazione ha pubblicato tre documenti relativi ai requisiti necessari per i viaggi in aereo. Si tratta di un decreto del presidente Joe Biden che stabilisce i requisiti per entrare in America, le indicazioni sui vaccini, i test e la tracciabilità dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), le istruzioni tecniche per l'implementazione. I nuovi documenti, ha detto ai giornalisti un alto funzionario, "aiuteranno le compagnie aeree e i viaggiatori a prepararsi per l'8 novembre e assicureranno una transizione graduale al nuovo sistema".

Sui vaccini riconosciuti dai Cdc ci sono quelli "attualmente approvati o autorizzati per l'uso di emergenza dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson)" così come quello di AstraZeneca/Oxford". L'Amministrazione è "ben consapevole" che ci sono altri vaccini Covid-19 non presenti nell'elenco, ha affermato un secondo alto funzionario citato dalla Cnn. I ragazzi sotto i 18 anni sono esenti dall'obbligo di vaccinazione, ha affermato un altro funzionario. L'esenzione medica si applica a coloro che hanno avuto "gravi reazioni allergiche anafilattiche a un precedente vaccino contro il Covid", ha affermato un alto funzionario.

L'Amministrazione ha anche aumentato i requisiti per i test. I cittadini statunitensi non vaccinati, i residenti permanenti legali e i viaggiatori "dovranno fornire un test negativo effettuato entro un giorno dal viaggio", secondo quanto ha reso noto la Casa Bianca. I bambini sotto i due anni non hanno bisogno di fare il test, ha spiegato un funzionario. Se un minore di età compresa tra 2 e 18 anni viaggia con un adulto vaccinato può effettuare il test tre giorni prima della partenza. Le nuove linee guida, ha affermato la Casa Bianca, richiederanno a tutte le compagnie aeree che volano negli Stati Uniti di conservare le informazioni di contatto per la tracciabilità dei contatti e di consegnarle "prontamente" al Cdc quando necessario.

I divieti di viaggio negli Stati Uniti sono stati imposti per la prima volta nei primi giorni della pandemia, quando l'allora presidente Donald Trump ha limitato i viaggi dalla Cina nel gennaio 2020. Sono seguite limitazioni per 26 Stati in Europa, tra cui Francia, Germania e Italia, Irlanda e Regno Unito. Brasile, Sud Africa e India sono stati aggiunti successivamente. Chiuse poi anche le frontiere con Canada e Messico. Il presidente Joe Biden ha mantenuto divieti ai viaggi non essenziali, con una crescente lamentela da parte dei governi europei. Le nuove regole, ha affermato la Casa Bianca, saranno implementate in un modo graduale. La prima fase inizierà all'inizio di novembre, mentre la seconda partirà all'inizio di gennaio 2022.
Condividi