Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Di-Maio-fare-di-piu-per-aiutare-i-Balcani-con-i-vaccini-in-gioco-credibilita-europea-771463c7-7419-4910-bd12-9195cd92b0f1.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Consiglio affari esteri a Bruxelles

Di Maio: fare di più per aiutare i Balcani con i vaccini, in gioco credibilità europea

Luigi Di Maio (Johanna Geron, Pool via AP)
Condividi
È in gioco la credibilità dell'Ue nei Balcani occidentali. Lo avrebbe detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nel corso del Consiglio affari esteri a Bruxelles, sottolineando che dopo l'eccellente risposta data nella prima fase della pandemia, le difficoltà nell'aiutare la regione con l'invio di vaccini stanno generando un sentimento di sfiducia nei confronti della Ue. Guardiamo a questa discussione di oggi come un'opportunità per mandare un messaggio forte sul nostro impegno nei confronti della regione, avrebbe aggiunto il ministro.

Il rilancio del processo di allargamento dell'Ue relativo ai Balcani  - avrebbe detto il ministro, scrive LaPresse - appare più urgente alla luce del rinnovato attivismo di attori terzi che possono facilmente riempire il vuoto creato dalle nostre indecisioni sulla prospettiva europea della regione. Dobbiamo evitare il circolo vizioso in cui l'assenza di una prospettiva europea concreta da parte Ue, rallenti o arresti il progresso delle riforme nei Paesi della regione, lasciando più spazio ad attori terzi a loro volta interessati a rallentare il processo di avvicinamento di questi Paesi ai valori e agli standard europei e occidentali. 

L'Italia ha recentemente predisposto un documento con messaggi chiave - avrebbe detto Di Maio - sostenuto da 11 partner like-minded, al fine di imprimere un nuovo impulso al processo di allargamento dell'Ue. Riteniamo essenziale sbloccare l'adozione dei quadri negoziali con Albania e Macedonia del Nord e puntare tangibili avanzamenti nei negoziati con la Serbia in occasione della Conferenza intergovernativa di fine giugno.

La postura politica dell'Unione europea è troppo debole rispetto a quello che è il nostro impegno finanziario molto alto. Questo messaggio deve tradursi nell'adozione di Conclusioni sui Balcani Occidentali, lo avrebbe detto il ministro degli Esteri durante il suo intervento al Consiglio affari esteri in corso a Bruxelles. La pandemia e le sue conseguenze socio-economiche, insieme alle persistenti difficoltà in termini di avanzamento nel processo di allargamento Ue, alimentano pericolose derive nazionalista, avrebbe aggiunto il ministro.

Una discussione della Ue sui Balcani Occidentali non deve mai tralasciare la dimensione allargamento. Daremmo un segnale sbagliato di disinteresse su quella che resta la domanda più forte che proviene dalla regione.Lasciatemi dire che su questo tema è fondamentale ascoltare nostri colleghi degli Stati membri della Regione.Resto fermamente convinto che senza una rivitalizzazione seria e credibile del processo di allargamento Ue difficilmente riusciremo a stabilizzare definitivamente la regione. Lo avrebbe detto Di Maio sempre nel suo intervento.
Condividi