Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Dl-Sostegni-bis-con-sfratti-bloccati-stop-Imu-per-tutto-il-2021-5c9e6425-55b1-4215-8e63-f51c21187617.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Al voto da domani

Dl Sostegni bis, con sfratti bloccati stop Imu per tutto il 2021

Nel pacchetto emendamenti un fondo da 115 milioni per il rimborso della prima rata Imu, indennizzi a immobili danneggiati da polveri ex Ilva, più fondi per la montagna

Condividi
In arrivo lo stop dell'Imu per tutto il 2021 per i proprietari di immobili oggetto di sfratto bloccato dall'inizio della pandemia: nel pacchetto di emendamenti riformulati al decreto Sostegni bis, che andranno al voto da domani, compare un fondo da 115 milioni per ristorare i comuni dei mancati incassi.

La proposta riformulata cancella entrambe le rate dell'Imu e prevede il rimborso di quella già pagata alla scadenza del 16 giugno.

Indennizzi danni da polveri ex Ilva
Indennizzi per i danni subiti dai palazzi dei quartieri di Taranto più esposti "all'aggressione delle polveri" inquinanti dell'ex Ilva: lo prevede uno degli emendamenti riformulati. Con la proposta viene istituito un fondo da 5 milioni nel 2021 e 2,5 milioni nel 2022 per i proprietari di immobili con "sentenza definitiva di risarcimento danni" a carico dell'acciaieria, che potranno avere un indennizzo massimo "del 20 per cento del valore di mercato dell'immobile danneggiato al momento della domanda" e comunque "non superiore a 30 mila euro". 

Altri fondi per la montagna
Arrivano altri fondi per la montagna, tra i più colpiti dall'emergenza Covid: nel pacchetto di emendamenti al decreto Sostegni bis riformulati è previsto un ulteriore finanziamento da 30 milioni da destinare ai comprensori sciistici per l'innovazione tecnologica e il miglioramento della sicurezza degli impianti di risalita, delle piste e dei sistemi per la neve artificiale. Con la stessa proposta vengono stanziati anche 500 mila euro per il Comune di Stresa "per far fronte alle esigenze connesse all'incidente della funivia del Mottarone".

In arrivo 30 mln per strutture sportive
Per le strutture sportive, dalle piscine alle palestre, ''è riconosciuto un contributo a fondo perduto nel limite massimo di spesa di 30 milioni di euro per l'anno 2021, per le spese sostenute dal primo marzo 2020 e fino alla fine dello stato di emergenza. Le risorse sono destinate alla gestione e manutenzione degli impianti" il cui utilizzo ''è stato impedito o limitato" dalle norme anti covid.

MotoGP: contributo da 1 mln
''Per l'anno 2021 è riconosciuto un contributo a fondo perduto, nel limite di 1 milione di euro, in favore degli organizzatori di eventi del campionato del mondo MotoGP, limitatamente ai costi diretti organizzativi sostenuti, non coperti dai ricavi a causa dell'annullamento della presenza del pubblico". 
Condividi