Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Dorian-imperversa-sulle-Bahamas-5-morti.-Stato-di-emergenza-in-molti-stati-Usa-ddc2648d-df97-4129-9b18-a5c70c7debdc.html | rainews/live/ | true
MONDO

Uragano devastante

Dorian devasta le Bahamas, 5 morti. Emergenza in diversi Stati Usa

Venti fino a 250 km/h, case distrutte, strade allagate. L'uragano, declassato a categoria 3, si sposta lentamente verso la Florida e la Carolina del Sud

Condividi

Il passaggio dell'uragano Dorian sulle Bahamas ha fatto cinque morti e 21 feriti, oltre a "devastazioni senza precedenti", come ha detto il premier Hubert Minnis, secondo cui il Paese si trova "nel pieno di una tragedia storica".

L'uragano è stato declassato a categoria 3, mentre continua a imperversare sulle Bahamas, procedendo lentamente in direzione della Florida con venti fino a 200 chilometri all'ora. Lo ha reso noto il Centro nazionale per gli uragani (Nhc).

Dorian si è mosso ieri solo per 10 chilometri in un periodo di otto ore, fermandosi sulle Bahamas, in particolare su Grand Bahama e sulle Isole Abaco, dove si sono registrate le cinque vittime, tra cui un bambino di otto anni.

L'uragano ha distrutto centinaia di case, le strade sono state trasformate in fiumi, auto e abitazioni sommerse. Interrotte le comunicazioni, manca la luce, molte zone sono letteralmente sott'acqua. Dorian ha toccato terra domenica a Cayo Elbow, nelle isole Abaco dell'arcipelago nell'Atlantico; e più tardi ha toccato terra una seconda volta, alle 14 ora locale, le 20 in Italia, vicino a Puerto Marsch, sempre nelle isole Abaco.

In Florida sono stati chiusi cinque porti: Miami, Everglades, Fort Pierce, Palm Beach e Port Canaveral. Cancellati migliaia di voli.

"Condizioni catastrofiche"
L'uragano Dorian "è sopra l'isola di Grand Bahama e si muove poco, causando condizioni catastrofiche". Lo ha fatto sapere un bollettino del National Hurricane Center statunitense. Secondo il Nhc, con base a Miami, Dorian ha eguagliato il record risalente al 1935 dell'uragano più potente dell'Atlantico quando ha toccato terra. Video pubblicati dalla testata locale Tribune 242 mostrano l'acqua che arriva all'altezza dei tetti delle case, barche ribaltate che fluttuano assieme a residui di case, vetture, alberi sradicati e altri detriti. "Le condizioni sono catastrofiche a Grand Bahama, parte dell'isola è sott'acqua", conferma Kwasi Thompson, ministro responsabile di Grand Bahama per il governo delle Bahamas, riferendo dei danni provocati dall'uragano.



Allerta negli Stati Uniti
Adesso Dorian si sta muovendo lentamente verso Ovest e potrebbe colpire aree della costa orientale degli Stati Uniti.  Gli Stati americani della Florida, della Georgia, della Carolina del Nord e del Sud hanno dichiarato tutti lo stato d'emergenza. E' stata ordinata l'evacuazione obbligatoria dell'intera costa della Carolina del Sud e di alcuni tratti della Georgia. Le autorità  hanno disposto la chiusura delle scuole in molte parti della Florida, dove è stata ordinata l'evacuazione obbligatoria nelle aree costiere delle contee di Palm Beach e Martin.
 
Via turisti e residenti italiani
I cittadini italiani hanno lasciato Grand Bahama, mentre in Florida si lavora per tenere in allerta la comunità italiana. Cristiano Musillo, console generale a Miami, all'Adnkronos fa il punto sul lavoro che viene condotto in queste ore: "Da 4 giorni a questa parte abbiamo attivato d'intesa con l'ambasciata a Washington e con l'unità di crisi della Farnesina una cellula di emergenza locale, raggiungibile sia via mail che telefono. Abbiamo ricevuto un centinaio di telefonate di connazionali. Abbiamo 45000 italiani residenti nel sudest degli Usa, l'80% in Florida. Abbiamo ogni anno 260.000 italiani che visitano la stato", dice. In questo momento, quindi, si può desumere che ci siano "80.000 italiani nel sud est della Florida".  "L'aeroporto di Nassau è operativo, quello di Freeport è chiuso", aggiunge Musillo.

Condividi