Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Egitto-fuga-di-turisti-da-Sharm-Cancellate-80-per-cento-delle-prenotazioni-f07a87bc-0fda-4a3a-a8bb-46658ee63306.html | rainews/live/ | true
MONDO

Turismo in ginocchio

Egitto, fuga di turisti da Sharm: "Cancellate 80% delle prenotazioni"

Secondo fonti locali, il 40% dei turisti presenti ha lasciato i resort in anticipo. Ma dall'Italia si continua a partire

Condividi
E' fuga di turisti da Sharm El Sheikh dopo la tragedia dell'aereo russo precipitato nel Sinai. Nella località turistica si registra circa l'80% di cancellazioni delle prenotazioni mentre quasi la metà - almeno il 40% - dei turisti presenti ha lasciato i resort. Lo riferisce all'Associated Press Hussein Fawzy, capo della Camera per il Turismo nell'area.

Poco prima, in un dichiarazione pubblicata dal giornale egiziano el Shuruk, lo stesso Fawzy aveva paventato il rischio di una fuga di turisti da Sharm, affermando che "si prevede un calo dell'80% dei turisti stranieri" e non nascondendo le "ripercussioni negative sulla località balneare dopo lo schianto".

Astoi: fuga turisti Sharm per blocco voli russi
Le notizie di fuga di turisti da Sharm non stupisce Pier Ezhaya, vice presidente di Astoi Confindustria Viaggi, che associa oltre il 90% dei tour operator. "Se sono bloccati i voli da Russia e Gran Bretagna - spiega Ezhaya - è ovvio che gli alberghi siano vuoti. Consideriamo che per la zona il mercato russo è enorme: si parla di 3 milioni di persone l'anno. Gli inglesi non sono da meno, siamo sul milione, mentre i tedeschi sono più "leggeri" in questa zona in quanto prediligono il Mar Rosso continentale e quindi Marsa Alam. Le altre nazionalità forti nella zona, a parte noi italiani, sono Ucraina (anche qui con voli bloccati) e Polonia (da cui continuano ad arrivare turisti)".  

Gli italiani continuano a partire
 "Per quanto riguarda gli italiani - conclude - confermiamo che la situazione è diversa. Senza indicazioni contrarie della Farnesina la meta continua ad essere operativa, i voli continuano a partire e i turisti stanno trascorrendo le loro vacanze nei resort scelti. Non abbiamo avuto l'emorragia di cancellazioni che si temeva. Registriamo un calo delle prenotazioni nell'ordine del 10%-20% sia sulla scorsa settimana che sul prossimo week end". 

Il presidente al Sisi a sorpresa a Sharm: "Inchiesta trasparente"
L'Egitto indagherà sul disastro aereo dell'Airbus russo caduto nel Sinai "con estrema trasparenza e integrità", ma non bisogna tirare conclusioni affrettate. Ad assicurarlo è stato il presidente egiziano, Abdel Fatah al Sisi, durante una visita a sorpresa all'aeroporto internazionale di Sharm el Sheikh. 
Condividi