Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Esplosione-cascina-Disabitata-da-2-anni-Vigile-del-fuoco-ferito-non-ricordo-nulla-poi-in-terra-dc1e6068-08bb-445a-87c6-5a53977469bd.html | rainews/live/ | true
ITALIA

È accaduto vicino ad Alessandria

Esplosione cascina. "Disabitata da 2 anni". Vigile del fuoco ferito: non ricordo nulla, poi in terra

Ha avuto origine dolosa l'esplosione in una cascina vicino ad Alessandria nella quale sono morti tre vigili del fuoco. "Tutto ci fa pensare - ha detto il procuratore di Alessandria Enrico Cieri - che l'esplosione sia stata voluta e deliberatamente determinata". Sul luogo della tragedia sono stati trovati anche dei fili elettrici e un timer collegati però a delle bombole inesplose. I magistrati stanno ascoltando "tutti quelli che possono dare delle informazioni utili a ricostruire i fatti"

Condividi
"Stavamo facendo il primo controllo quando ad un certo punto non so cosa sia successo, non mi ricordo nulla e mi sono ritrovato in terra". Così Graziano Luca Trombetta, uno dei vigili del fuoco rimasto ferito nell'esplosione avvenuta nella cascina di Quargnento ricorda quei terribili momenti in cui sono morti tre suoi colleghi.

"Stavamo effettuando una prima verifica - ripete il pompiere, che nel l'esplosione è stato colpito alle spalle da una trave - ad un certo punto non ho capito più nulla. Non mi sono reso conto neanche da dove fosse arrivato il 'botto' e mi sono ritrovato in terra". 

Padre proprietario, cascina disabitata da due anni
"Mi dispiace per quei ragazzi morti, non si deve morire lavorando". Così l'anziano padre del proprietario della cascina di Quargnento, nell'Alessandrino, dove la scorsa notte una esplosione ha ucciso tre vigili del fuoco.   

L'uomo si è recato con la moglie davanti alle macerie dell'edificio dove abitava il figlio Giovanni. "L'aveva comprata e messa a posto, mio figlio è appassionato di cavalli, come mio nipote, e aveva fatto due cavalli". Fino a due anni fa, quandosi è trasferito ad Alessandria e ha messo in vendita la grande casa, senza però riuscirci.

"Che idea mi sono fatto? Nessuna -aggiunge il padre - Con mio figlio non ho parlato. Ho saputo quello che era capitato alla tv, poi mi hanno telefonato alcuni parenti dalla Puglia. So solo che la casa - ribadisce - era disabitata, la corrente staccata".   

L'uomo racconta che il figlio "faceva l'imprenditore, lavorava con i programmi". "Altro non so proprio dire", conclude l'uomo. 
Condividi