Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Europee-Guardian-Brexit-Party-ispirato-al-M5S-01ea784b-50d3-4da4-8691-8a37e1aba1ab.html | rainews/live/ | true
EUROPA

​Europee, il Guardian: il Brexit Party si è ispirato al M5S

Il giornale britannico racconta l'ammirazione di Farage per Casaleggio

Condividi

Il Brexit Party ha origini anche un po' italiane. Almeno a leggere un lungo articolo-inchiesta del Guardian, stando a cui la nuova creatura politica di Nigel Farage - che sondaggi alla mano potrebbe sbaragliare alle imminenti elezioni Europee i grandi partiti tradizionali del Regno Unito - si è ispirato in effetti all'esperienza del M5S.

Nell'articolo, il giornale liberal (e anti Brexit) britannico ripercorre le tappe della collaborazione tra il tribuno euroscettico venuto dalla periferia di Londra e il movimento creato dallo scomparso Gianroberto Casaleggio con Beppe Grillo. Sottolineandone in particolare "l'ammirazione" proprio per le capacità organizzative di Casaleggio. Molte le somiglianze attribuite ai due schieramenti, dall'assetto all'uso massiccio di internet e dei social media, per fare campagna elettorale, informare i simpatizzanti e anche sperimentare forme di democrazia diretta telematica.

"Il Brexit Party è la copia carbone virtuale del M5S", dice al quotidiano progressista Arron Banks, controverso ex finanziatore durante la campagna referendaria di Farage nel 2016. "Quello che i 5 stelle hanno fatto, così come il Brexit Party, - aggiunge - è creare una struttura centrale fortemente controllata. In questo modo i pazzi non possono prendere il sopravvento".

Il Guardian analizza poi in concreto le presunte analogie fra le due formazioni. Il Brexit Party, lanciato solo lo scorso marzo, ha investito fortemente nelle risorse digitali, coi suoi sostenitori che si possono proporre come candidati iscrivendosi sul portale. E questo ricorda molto l'organizzazione della piattaforma Rousseau, creata dal M5S. Non solo, il Brexit Party si fonda su una società registrata anche se cerca di apparire "come un movimento di massa basato sul web", ed "è controllato dall'alto, da Farage".  Del resto è stato lo stesso eurodeputato ad affermarlo di recente in un'intervista al Daily Telegraph: "Ho guardato al M5S fin dall'inizio, con ammirazione assoluta". 

Molti i punti in comune anche secondo l'ex comunicatore del M5S, Claudio Messora, fuoriuscito dal dente avvelenato. "La visione di Casaleggio, il suo messaggio e il modo in cui i 5S hanno conquistato consensi sono simili a quanto fatto da Farage", dice. Entrambi i partiti proclamano di voler contrastare le elite e ridare il controllo decisionale al popolo. Non senza slogan per certi versi sovrapponibili: i 5S si indicano come un "movimento di cittadini", Farage ha parlato di "esercito del popolo" per indicare i suoi sostenitori.

Condividi