Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Europei-pallavolo-Italia-serbia-semifinale-katowice-b5cf030f-9019-4131-a20a-f1e89f5bb154.html | rainews/live/ | true
SPORT

Polonia

Europei Pallavolo, l'Italia batte la Serbia 3-1 e vola in finale

Gli Azzurri giocheranno per il titolo continentale contro la Slovenia, che ha superato i padroni di casa della Polonia 3-1. Diretta alle 20,20 su Rai 3

Una fase del match Italia-Serbia (Frame)
Condividi
Grande impresa degli Azzurri di Fefè De Giorgi che a Katowice (Polonia) battono la Serbia 3-1 nella semifinale degli Europei e volano in finale contro una sorprendente Slovenia.

La giovane Italia, fortemente rinnovata dopo la deludente Olimpiade, si è imposta dopo una battaglia di oltre due ore contro i campioni uscenti, con i parziali di 29-27, 25-22, 23-25, 25-18, ottenendo così l'ottava vittoria consecutiva nel torneo. La finale alle 20,20, in diretta su Rai 3. L'Italia ha già affrontato la Slovenia nel girone, imponendosi 3-0 ad Ostrava.

Comunque vada, gli Azzurri hanno conquistato il pass per i Campionati del mondo del prossimo anno, in programma in Russia dal 26 agosto all'11 settembre.

Un Podrascanin ispirato e qualche incertezza difensiva dell'Italia sembrano lanciare una Serbia che approccia con cattiveria e precisione, portandosi fino all'8-4. Uno scarto che però non intimidisce gli Azzurri, che alzano il muro e firmano un parzialino di 5-0 con il primo vantaggio (9-8). Si va avanti gomito a gomito fino al 19-17 azzurro firmato Pinelli, che scuote la Serbia, autrice di un 4-0 che sembra ribaltare ancora il destino del primo parziale. Il sestetto di Kovac guadagna un set point (24-23), l'Italia stringe i denti e ne accumula quattro prima di chiudere 29-27 con un errore di Jovovic. Il secondo round sembra ricalcare il primo, con la Serbia che tenta la fuga (5-3, 7-5, 9-7) e l'Italia che resta in scia provando anche ad allungare sul +3 (12-9 con due muri di Anzani e la mano calda di Michieletto).

Kovacevic e soci recuperano ma non arrivano nemmeno a 'spintare' perché Galassi e un ace di Pinali regalano a De Giorgi set (25-22) e il 2-0. Sembra fatta la Serbia, per carattere e qualità, non molla e tiene la barra dritta in un terzo set che vede gli Azzurri faticare un po' ma restare incollati, sino al 25-23 che premia i campioni uscenti. Che però, nel quarto parziale, restano quasi di stucco contro una Nazionale che ingrana la quinta per non essere più ripresa: 14-6, 17-11, con una ricezione che funziona e un attacco dalle percentuali altissime. Insomma, l'Italvolley non ha il 'braccetto' e chiude 25-18, per un 3-1 complessivo che vuol dire finale contro la Slovenia.

Il Ct si è presentato con 8 esordienti agli Europei (Galassi, Cortesia, Michieletto, Recine, Bottolo, Piccinelli, Pinali, Romanò) e 5 reduci dall'edizione precedente: Giannelli, Sbertoli, Anzani, Lavia, Balaso. Due sono gli atleti presenti a questa rassegna continentale che hanno vinto l'ultima medaglia agli Europei (il bronzo nel 2015): Giannelli e Anzani. Il più giovane della spedizione è Alessandro Michieletto, compirà 20 anni il 5 dicembre.

E' la finale numero undici per il volley azzurro, con un bilancio di sei ori (1989, 1993, 1995, 1999, 2003, 2005) e quattro argenti (1991, 2001, 2011, 2013).

In precedenza, la Slovenia allenata da Alberto Giuliani aveva superato 3-1 i padroni di casa della Polonia con i parziali di 17-25, 32-30, 25-16, 37-35, dopo due ore e 50 minuti.

Dal profilo Twitter della Federvolley l'intervista a Galassi dopo il match vinto:
Condividi