Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Festa-del-Cinema-15-Si-parte-con-Soul-viaggio-spirituale-per-innamorarsi-di-nuovo-della-vita-2cd86633-2826-47e5-9a98-d4c1007d99a5.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Festa del Cinema 15. Si parte con Soul, viaggio spirituale per innamorarsi di nuovo della vita

Con la proiezione del nuovo lavoro della Pixar, Soul, si apre oggi la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, la prima in versione ridotta a causa delle misure sanitarie anti-Covid

Soul (Ansa / ufficio stampa)
Condividi
Sarebbe dovuto uscire nelle sale a giugno, poi la pandemia ha stravolto la distribuzione di questo come di molti altri film.

Soul, approdato l'11 ottobre al BFI London Film Festival, ora viene proiettato come film d'apertura alla Festa del Cinema di Roma 2020. Il grande pubblico lo vedrà direttamente a casa su Disney+ dal prossimo 25 dicembre.

Il film Disney e Pixar è diretto da Pete Docter, vincitore di due Premi Oscar, già creatore o eminenza grigia di celebrati lavori come Toy Story, Monsters Inc., Up, Inside Out e Wall-e.

Già dalla sigla capiamo che la musica è centrale, come già in Coco o ne Gli Aristogatti. E la musica è quella jazz. 

Siamo in una New York da cinema, che non ha ancora conosciuto e forse mai conoscerà la pandemia. Riattraversare il caos di una grande città è inaspettatamente emozionante.

Il protagonista è Joe Gardner, un insegnante di musica in una scuola media del Queens, appena assunto, che ha l’occasione di suonare nel migliore locale jazz della città. E forse di cambiare vita.

All'inizio sembra il sogno della sua vita. Alla fine, dopo salti mortali prospettici, per lui potrebbe non essere più così

Tra il provino con la celebre Dorothea Williams e l'eventuale esibizione serale con lei accade di tutto: si entra in un territorio spirituale. Suonare e perdersi piacevolmente equivale a trovarsi in un altro mondo, la musica crea connessioni celesti, così come una vita vissuta pienamente.

Il destino dell'anima (Soul) di Joe ricorda quello del Joe de Il paradiso può attendere. Come lui è appassionato di musica, e come lui ha la necessità di chiudere un cerchio.  

Si ritrova in un ante mondo e si allea con un’anima ancora in formazione che non capisce il fascino dell’esperienza umana. Entrambi dovranno prepararsi a ribaltare le proprie prospettive sulla vita.

Le animazioni ricordano a tratti le bollicine della pubblicità di un'acqua minerale, i biechi blu dei Beatles e la linea di Osvaldo Cavandoli. Ma la ricerca di citazioni potrebbe condurci anche dalle parti di  Frank Capra.
 
Soul è prodotto da Dana Murray, nominata all’Academy Award per il cortometraggio Lou, e codiretto dal drammaturgo Kemp Powers (“One Night in Miami”).

Il film ospita alcune composizioni jazz firmate dal celebre pianista Jon Batiste mentre ai vincitori dell’Oscar Trent Reznor e Atticus Ross (The Social Network) dei Nine Inch Nails è affidata la colonna sonora originale.

Le voci originali sono di Jamie Foxx,Tina Fey e Angela Bassett

Le recensioni uscite tra Londra e Roma sono molto positive: il film si impone con la sua qualità e con il suo messaggio positivo, puro, un antidoto per questi tempi difficili, una ricetta per innamorarsi di nuovo della vita.
Condividi