Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Floyd-sparatoria-a-Minneapolis-un-morto-e-11-feriti-03785056-4aff-4f90-ba3c-6608c2c193d6.html | rainews/live/ | true
MONDO

​Floyd: spari nella notte a Minneapolis, un morto e 11 feriti

 Ad aprire il fuoco sono stati individui a piedi 

Condividi

Un uomo è morto e altre undici persone sono rimaste ferite nella notte in una sparatoria a Minneapolis, la città dove l'afroamericano George Floyd è stato ucciso da quattro agenti. Lo riferisce la polizia, limitandosi a precisare che a sparare sono stati individui a piedi. I feriti, tutti adulti, non sono in pericolo di vita.

Ed è polemica per la morte di un 19enne, ucciso da colpi di pistola nella 'Chop zone' di Seattle, l'area vicino al Congresso dello Stato di Washington, occupata dai manifestanti che protestano per la morte di Floyd. La polizia e i vigili del fuoco hanno lamentato che non sono potuti intervenire a causa di "una folla violenta che impediva un accesso sicuro alle persone rimaste colpite".

Il giovane è stato poi portato in ospedale dove è deceduto. Un'altra persona è rimasta gravemente ferita ed è ricoverata. Non si sa se gli spari siano collegati alla protesta e chi ne sia responsabile, ma in un video un testimone racconta di aver visto una persona aggirarsi nella zona con un lungo coltello prima di un violento diverbio dopo il quale si odono sette spari nel giro di tre secondi.

La 'Chop Zone' è occupata da 12 giorni ed è stata dichiarata area "senza polizia". Il sindaco di Seattle, Jenny Durkan, e il governatore, Jay Inslee, hanno difeso l'esistenza della "zona autonoma" dagli attacchi di Trump, che nel comizio in Oklahoma è tornato all'attacco: "Probabilmente è meglio per noi assistere a quel disastro", ha affermato, "lasciamo che la gente veda quello che la sinistra radicale democratica farà al nostro Paese", con elementi "radicali" che hanno saccheggiato aziende e ferito poliziotti.

Il governatore Inslee ha affermato che il futuro della 'Chop zone' è nella mani della città e il suo ruolo è offrire sostegno, anche se "chiaramente bisogna trovare un modo di fornire adeguata protezione da parte di polizia e e vigili del fuoco in tutto lo Stato di Washington, compresa quella zona".

Condividi