Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Fondi-Lega-Gdf-sequestra-ville-consulenti-Rubba-e-Manzoni-ae9cbed2-cb27-417c-a9e1-af737ce8706e.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Fondi Lega, la Gdf sequestra le ville dei consulenti Rubba e Manzoni

Andrea Manzoni e Alberto di Rubba si trovano agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sulla Lombardia Film Commission e sui fondi della Lega

Condividi
Stamane sequestro di due ville di proprietà dei consulenti vicini alla Lega, Andrea Manzoni e Alberto di Rubba, che si trovano agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sulla Lombardia Film Commission e sui fondi della Lega.

Secondo quanto appreso i militari del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di finanza di Milano sono andati a mettere i sigilli sulle due strutture che si trovano sul lago di Garda in provincia di Brescia. Il valore degli immobili è di circa 300mila euro ciascuno.

Il provvedimento è stato firmato dal gip Giulio Fanales su richiesta dei pm Eugenio Fusco e Stefano Civardi, titolari dell'indagine.

Il sequestro, eseguito dagli uomini della Guardia di finanza, è stato richiesto dai pm che indagano per ricostruire complessi passaggi di denaro ed è stato disposto dal gip Giulio Fanales con un provvedimento di 40 pagine.

Secondo l'accusa, una parte degli 800mila euro di soldi pubblici incassati dalla Lombardia Film Commission per l'acquisto della sede di Cormano sono stati usati dai professionisti della Lega, Di Rubba e Manzoni, - accusati di peculato e turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente - per acquistare due appartamenti al 'Green Residence Sirmione' di Desenzano del Garda. "Due belle ville sul lago", dice in un'intercettazione l'altro commercialista della Lega Michele Scillieri.  

Il denaro arrivato da Regione Lombardia e affidati all'ente cinematografico, nel 2017 guidato da Di Rubba, arriva prima ad Andromeda, srl di Scillieri, e dopo un lungo giro di società e bonifici, sarebbe finito in parte alla Taaac, la società di Di Rubba e Manzoni che doveva occuparsi di investimenti immobiliari. La prima acquisizione al 'Green Residence Sirmione' riguarda una 'Bouganville' al prezzo di 310mila euro, perfezionata il 21 dicembre 2017.

La seconda è del 30 marzo 2018: Taaac acquista l'immobile 'Tigli' per 330mila euro.  In un documento della Guardia di finanza, la società Taaac "è solamente una delle pedine create e manipolate da Di Rubba e Manzoni per dissimulare l'appropriazione del profitto derivante dall'operazione immobiliare di Cormano, di per sé caratterizzata da plurimi profili di anomalia". 
Condividi