Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Formula-1-In-Bahrain-si-ricomincia-con-Hamilton-Verstappen-si-arrende-all-iridato-5fe7c943-74f4-4077-b037-d7c9371c4883.html | rainews/live/ | true
SPORT

Esordio del Mondiale 2021 a Sakhir

Formula 1. In Bahrain si ricomincia con Hamilton, Verstappen si arrende all'iridato

Ferrari senza acuti: Leclerc 6°, Sainz 8°. Bottas completa il podio. Gran rimonta di Perez che chiude 5°

Condividi
Lewis Hamilton comincia il 2021 con un successo d'astuzia e strategia oltre che di potenza. In Bahrain si impone su Max Verstappen, Bottas completa il podio. Quarto un ottimo Lando Norris (McLaren) davanti all'altra Red Bull di Perez. Il messicano è autore di una notevole rimonta dopo una partenza ad handicap. Ferrari al sesto posto con Leclerc e ottavo con Sainz, gara sostanzialmente incolore per le rosse. Nono posto e primi punti mondiali per l'esordiente Yuki Tsunoda (Alpha Tauri). Non il miglior rientro per Alonso, costretto al ritiro con la sua Alpine.

Avvio di gara accidentato. Perez ha problemi nel giro di formazione e deve partire dai box dopo la ripetizione della procedura. Verstappen conserva la prima posizione su Hamilton, Leclerc sfrutta le gomme 'rosse' e passa Bottas (su 'gialle', come il compagno di team e l'olandese). Alla curva 3 c'è il fuoripista di Mazepin che chiama in causa la safety car. Alla ripartenza tocco fatale per Gasly che perde l'alettone anteriore e rientra lentamente ai box. Leclerc non riesce a tenere il ritmo e viene rapidamente ripassato da Bottas. Per le Ferrari si profila una gara in difesa, per portare a casa punti. Il monegasco ingaggia poi il duello con le McLaren e deve cedere strada a Norris.

I due vanno al pit stop in fila al 13° passaggio. Hamilton fa la sua sosta dopo un giro, stravolgendo le strategie: solo 14 tornate su gomme medie, monta le dure. Sarà l'undercut vincente. Per Bottas il cambio arriva al 17° giro, anche lui va sulle 'bianche'. Al 18° tocca a Verstappen, che conferma le 'gialle'. Hamilton balza così al comando. Ma lo perde a metà gara, quando si ferma con 15 giri sulle gomme (non tantissimi, considerando la mescola) e conferma la scelta delle 'bianche'.

L'opzione dure per l'ultimo stint è comune a pressoché tutti i piloti. Verstappen la effettua a 17 giri dal traguardo, ovvero 11 dopo Hamilton. Il britannico torna al comando, con un margine di circa 8". Il duello si baserà sulla tenuta delle gomme. L'olandese arriva a distanza d'attacco con 5 giri da percorrere. Al quartultimo giro è sorpasso e controsorpasso, Hamilton tiene botta e riesce a non correre altri rischi.

 
Condividi