Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Forza-Nuova-sequestrato-il-sito-web-4-militanti-indagati-c6e214a0-d273-4b54-b57e-9967db0ac9fe.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Aperte due inchieste

Forza Nuova, sequestrato il sito web: 4 militanti indagati

L'accusa è quella di istigazione a delinquere aggravata dall'utilizzo di mezzi informatici o telematici. Mozione unitaria del centrodestra per lo scioglimento di formazioni eversive. Lamorgese riferirà alla Camera il 19 ottobre. Protesta Fdi

Condividi
Sono indagati i militanti di Forza Nuova che hanno firmato il comunicato pubblicato sul sito web del partito di estrema destra dopo gli arresti di domenica mattina. L'accusa contestata è quella di istigazione a delinquere aggravata dall'utilizzo di mezzi informatici o telematici. In particolare Giuseppe Provenzale, Luca Castellini, Davide Cirillo e Stefano Saija sono chiamati in causa in relazione al sequestro del portale eseguito ieri in serata dalla Polizia Postale.

Nel provvedimento giudiziario si spiega che gli indagati "istigavano pubblicamente a commettere una pluralità di delitti" ed inoltre "svolgono mediante l'utilizzo del web un'attività di condivisione e giustificazione e dunque di esaltazione e incitamento alla commissione di reati connotati da violenza".
Intanto sono state aperte due inchieste sugli scontri avvenuti sabato a Roma. 

Il  20 ottobre in Parlamento le mozioni su Forza Nuova
Si svolgerà il 20 ottobre in Aula a Montecitorio la discussione della mozione del Pd, presentata dalla capogruppo Serrachiani, sullo scioglimento di Forza Nuova e delle organizzazioni neofasciste. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Al Senato, lo stesso giorno le mozioni proposte da Pd, LeU, M5s e Italia viva sullo stesso tema.

Mozione unitaria del centrodestra per scioglimento formazioni eversive
Il centrodestra, dopo l'assalto alla sede della Cgil a Roma, sta lavorando a una mozione unitaria per lo scioglimento di tutte le formazioni eversive che ricorrono alla violenza per la lotta politica. Non solo, quindi, per lo scioglimento di Forza Nuova. Fratelli d'Italia, ha annunciato il vice presidente della Camera ed esponente di Fdi Fabio Rampelli, "voterà sì" alla mozione unitaria del centrodestra.

Rampelli ha ribadito, in una intervista a 24 Mattino su Radio 24, che "noi siamo favorevoli" a votare per lo scioglimento di FN "anche se bisogna fare attenzione perché quando ci sono questi contenitori le persone che sono malintenzionate, come i dirigenti di Forza Nuova, siano maggiormente controllabili". "Io penso che la magistratura - ha aggiunto -, come la legge italiana prevede, abbia tutti gli strumenti per stabilire se una formazione debba essere sciolta o no, forse dovremmo affidarci alla magistratura perché esiste una legge che andrebbe rispettata. Il governo, in quanto tale, non credo abbia particolari strumenti per sciogliere Forza Nuova, c'è una mozione parlamentare, ci sarà una discussione, e noi abbiamo già detto che voteremo si alla mozione, questo non ci toglie la libertà di giudizio su questo che per noi è un atto squisitamente propagandistico".

A richiamare gli alleati all'unità su questo tema era stato Silvio Berlusconi che ieri su Twitter scriveva: "Ho avuto un colloquio telefonico con Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Al centro la condanna per le violenze perpetrate a Roma come a Milano, di ogni colore, a danno del sindacato e delle forze dell'ordine e la necessita' di una posizione - unitaria - del centrodestra".

Il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese riferirà nell'Aula della Camera sui fatti di Roma e Milano verificatisi lo scorso sabato il prossimo 19 ottobre alle 14: è la disponibilità che il governo ha comunicato alla conferenza dei Capigruppo in corso a Montecitorio.   Fdi, con Francesco Lollobrigida, insiste per un anticipo dell'informativa urgente.

Meloni: "Mi sono stufata, il governo se vuole la sciolga"
"Mi sono pure stufata con questa storia delle mozioni per sciogliere Forza Nuova. La può sciogliere il governo se vuole: al ministero dell'Interno da dieci anni c'è il Pd, non se ne sono accorti che c'era un problema? Perché non l'hanno sciolta se la volevano sciogliere?". Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi, a Fuori dal Coro su Rete4.

"E perché - insiste - gente che ha il Daspo, il braccialetto elettronico e nove anni di galera stava a piazza del Popolo ad arringare la folla, a dire assaltiamo la Cgil: non se ne è accorto il ministero dell'Interno?".

Conte: "Va sciolta. FdI in arco democratico"
"Assolutamente sì, credo ci siano gli estremi" per lo scioglimento di Forza Nuova. "So che il governo sta lavorando a questo e il M5s è in prima linea. Non possiamo sottovalutare questi gruppi di ispirazione fascista che fanno della violenza il loro centro d'azione". Lo ha detto il presidente del M5s Giuseppe Conte a DiMartedì su La7, spiegando che per quanto riguarda Fratelli d'Italia "partecipa alla dialettica politica, ha rappresentanza in Parlamento, è all'interno dell'arco costituzionale e democratico. Però io dico a Giorgia Meloni attenzione, non strizziamo l'occhio a questi gruppi. Bisogna condannare ma essere anche conseguenti: vengano alla manifestazione di sabato".

Quando Conte era a palazzo Chigi "c'erano dei sospetti di infiltrazione estremista di gruppi violenti e aggressivi. Ma si è manifestato soprattutto in questi ultimi tempi. Ci sono gruppi che hanno cercato durante la pandemia di soffiare sul fuoco, per questo credo che tutte le forze politiche debbano assumere posizioni chiare, scacciare incertezze e ambiguità, e offrire risposte politiche". Un appello che vale in particolare per "Salvini e Meloni" che "devono assumere posizioni chiare: avvicinare flussi migratori e green pass, quando chi sbarcava è sempre sottoposto a controllo, significa soffiare sull'angoscia del Paese e sul malessere".
Condividi