Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Frana-di-Seattle-Obama-dichiara-lo-stato-di-emergenza-14-morti-e-176-dispersi-4c5afd7c-7419-4dfc-a7fc-a0a5cfdf1ca2.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il presidente ha ricordato l'episodio nella conferenza stampa a l'Aja

Frana di Seattle, Obama dichiara lo stato di emergenza. 14 morti e 176 dispersi

Sale il bilancio di vittime e dispersi. Il presidente ha invitato gli americani a pregare per lo stato di Washington

Condividi
 "Vorrei dire qualcosa di una tragedia che si è verificata nel fine settimana, quando una frana ha devastato una cittadina". Così il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha parlato della frana avvenuta sabato mattina nello Stato di Washington, nella contea di Snohomish, circa 90 chilometri a nordest di Seattle. Obama ne ha parlato all'inizio della conferenza stampa che ha tenuto con il premier olandese Mark Rutte. Secondo l'ultimo bilancio fornito dalle autorità ci sono 14 morti e 176 potenziali dispersi.

"Parte di questa comunità è stata perduta", ha detto il presidente Usa, che ha ricordato che i soccorritori hanno agito con coraggio e che sono stati allestiti rifugi per la popolazione. Obama ha reso noto di aver parlato con il governatore dello Stato di Washington, Jay Inslee, e di aver firmato lo Stato di emergenza. "Chiederei a tutti gli americani di inviare le loro preghiere e i loro pensieri allo Stato di Washington", ha detto Obama, che ha concluso: "Speriamo il meglio ma prendiamo atto che la situazione è difficile".

"Credo fortemente che i 176 non risulteranno tutti morti, credo che questo numero si ridurrà in modo consistente", ha detto il direttore dell'ente per la gestione delle emergenze della contea, John Pennington. Ieri i dispersi risultavano 108.
Condividi