Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Francia-La-vicenda-dei-sottomarini-pesera-sul-futuro-della-Nato-8d02d66a-e556-411f-ac18-032da0f0e6db.html | rainews/live/ | true
MONDO

Patto Aukus

Francia: 'La vicenda dei sottomarini peserà sul futuro della Nato'

Si aggrava la crisi diplomatica dei sottomarini tra Francia e Stati Uniti, dopo le dure parole del ministro degli Esteri francese, Le Drian: la vicenda, ha detto, peserà sul futuro della Nato. Premier Australia,profonde riserve su sottomarini francesi

Condividi
La crisi dei sottomarini "peserà sul futuro della Nato", afferma il ministro degli Esteri francese Le Drian parlando di "rottura grave della fiducia". E sottolinea: "Per la prima volta nella storia fra gli Usa e la Francia abbiamo richiamato il nostro ambasciatore per consultazioni; un atto politico pesante che rappresenta la gravità" della situazione.

Premier Australia,profonde riserve su sottomarini francesi
L'Australia è stata "franca,aperta e onesta" con la Francia in merito alle preoccupazioni concernenti un cospicuo accordo per l'acquisto di sottomarini francesi - che ha superato il budget e previsto anni di ritardo- prima di strapparne il contratto, ha detto oggi il ministro della Difesa australiano Peter Dutton.   Parlando con Sky News Australia, Dutton ha affermato di aver compreso il "fastidio dei francesi", ma ha aggiunto che "le suggestioni secondo cui il governo australiano non avrebbe segnalato le sue preoccupazioni sfidano, francamente, ciò che è agli atti pubblici e certamente ciò che è stato detto pubblicamente per lungo tempo: il governo ha avuto questi problemi, li abbiamo espressi e vogliamo lavorare a stretto contatto con i francesi e continueremo a farlo in futuro", ha affermato. 

La Francia è furiosa per la decisione dell'Australia di recedere da un contratto da 90 miliardi di dollari australiani(56 miliardi di euro) per l'acquisto di sottomarini francesi a favore di imbarcazioni a propulsione nucleare statunitensi. Ha richiamato i suoi ambasciatori a Canberra e Washington e ha accusato i suoi alleati di "mentire" sui loro piani.   Dutton ha detto di aver espresso personalmente quelle preoccupazioni alla sua controparte francese Florence Parly e h asottolineato la "necessità che l'Australia agisca nel suo interesse nazionale", che ha detto è quello di acquistare sottomarini a propulsione nucleare.   Secondo Dutton, Canberra non è stata in grado di acquistare quelli francesi perché devono essere ricaricati, a differenza dei sottomarini statunitensi: quindi solo questi ultimi sono adatti all'Australia denuclearizzata. 
Condividi