Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Giovane-donna-uccisa-a-colpi-di-pistola-nel-Vicentino-1c248f16-6581-4820-9800-05db490d3a5c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Ancora un femminicidio

Donna uccisa a colpi di pistola nel Vicentino, assassino in fuga

Il cadavere scoperto dal marito. Sarebbe stata uccisa con un colpo di arma da fuoco al volto

Condividi
Una giovane donna di 21 anni è stata uccisa a colpi di pistola a Montecchio Maggiore, nel Vicentino. L'omicidio sarebbe avvenuto nella sua abitazione a Valdimolino, una frazione di Montecchio.

A scoprire il cadavere nel primo pomeriggio, secondo quanto si è appreso, è stato il marito. Il delitto potrebbe risalire ad ora di pranzo. L'omicida sarebbe in fuga ed è ricercato attivamente dai carabinieri.

Si chiamava Alessandra Zorzin, aveva 21 anni e faceva la parrucchiera. Secondo alcune fonti sarebbe stata uccisa con un colpo di arma da fuoco al volto. Con il marito viveva nella località vicentina da un anno e mezzo. Secondo quanto appurato dai Carabinieri, la ragazza aveva conosciuto da poco il sospettato, un 40enne. I vicini di casa lo hanno visto parcheggiare stamane nel piazzale dell'abitazione della giovane e poi fuggire.

Al momento, infatti, è affidata al racconto dei vicini di casa la ricostruzione dell'omicidio di Alessandra Zorzin. Al momento dell'omicidio la vittima era sola in casa e sarebbe stata lei stessa ad aprire la porta all'assassino, un uomo, secondo quanto trapelato da fonti investigative, di una quarantina d'anni in possesso di una pistola per ragioni di lavoro (l'ipotesi è che sia una guardia giurata) e che risiede nel Padovano.

Una persona che più e più volte era stata vista entrare in casa. Questa volta all'improvviso tra i due sarebbe scoppiato un litigio: i vicini hanno sentito prima delle urla e poi un rumore secco che li ha insospettiti. Mentre l'uomo, successivamente, si allontanava sulla sua auto, alcuni vicini hanno suonato più volte il campanello di Alessandra, senza ottenere risposta. A quel punto i vicini si sono decisi a chiamare il marito, che stava  pranzando a casa dei genitori e che si è precipitato nell'abitazione. E' stato lui a trovare la moglie distesa sul letto, ormai morta.
Condividi