Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Gli-Usa-pronti-a-colpire-missili-russi-che-violano-il-trattato-Inf-785115ba-3fc8-4a91-8e59-28a4ec7b20d6.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Nucleare

Gli Usa pronti a colpire missili russi che violano il trattato Inf

Lo ha detto l'ambasciatrice americana alla Nato, Kay Bailey Hutchison: "La Russia sta costruendo un missile balistico a medio raggio vietato". Hutchison fa eco al presidente Donald Trump, che in queste ore ha chiesto a Mosca un nuovo accordo sul disarmo. Lo storico trattato nucleare con la Russia chiuse nel 1987 la guerra fredda. Il Cremlino: "Ritiro Usa pericoloso"     

Condividi
Gli Stati Uniti sono pronti a intercettare e abbattere i missili russi di medio raggio dispiegati in violazione del trattato Inf (il 'Trattato sulle forze nucleari a medio raggio' firmato nel 1987 da Donald Reagan e Michail Gorbaciov, ndr)) e che potrebbero colpire i Paesi Nato in Europa, o l'Alaska in America: lo ha detto l'ambasciatrice Usa presso la Nato, Kay Bailey Hutchison. "Abbiamo cercato di inviare un messaggio alla Russia per tanti anni" - afferma l'ambasciatrice, spiegando che "sapevamo delle loro violazioni del trattato, ma loro stanno ora costruendo un missile balistico a medio raggio vietato. Questo è un fatto di cui noi abbiamo le prove".

Le parole della Hutchison giungono poche ore dopo che il presidente Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo sui missili nucleari. vogliono nuovo accordo con Russia e Cina. Senza un nuova intesa, anche con la Cina, il Pentagono svilupperà nuovi armamenti.

"Se la Russia e la Cina non verranno da noi e non ci diranno che nessuno di noi deve sviluppare nuovi armamenti, e invece loro continueranno a farlo, questo per noi sarà inaccettabile. E bene, noi abbiamo un sacco di soldi per giocare con le nostre forze armate", ha aggiuntoTrump. "Non saremo più solo noi ad aderire a un accordo".

Il trattato è una delle pietre miliari del disgelo che portò alla fine della guerra fredda tra Stati Unitie Unione Sovietica. venne firmato nel 1987 a Washington da Ronald Reagan e Michail Gorbaciov per limitare il numero dei missili dispiegati in Europa, frutto dello storico vertice tra i due leader svoltosi l'anno prima a Reykjavik.

Ora Donald Trump è pronto a rottamarlo, per spianare la strada a un riarmo degli Usa soprattutto in chiave anti-Cina. E se è vero che Mosca daanni viola gli impegni presi 31 anni fa, lo strappo di Washington rischia di riaprire una nuova corsa agli armamenti edi innescare una nuova guerra fredda con Mosca e Pechino.

Mosca, "ritiro Usa da trattato nucleare pericoloso"  
Il ritiro di Washington dal trattato sul disarmo nucleare è un passo "molto pericoloso". Lo ha detto il vice ministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, aggiungendo che la decisione presa da Donald Trump sara' "condannata" dalla comunità internazionale. 

Gorbaciov: "Mancanza di saggezza"
Mikhail Gorbaciov ha denunciato oggi la "mancanza di saggezza" del presidente degli Stati Uniti Donald Trump: "i vecchi accordi sul disarmo non devono essere infranti, è così difficile capire che il rifiuto di tali accordi è una mancanza di saggezza? È un errore", ha detto Gorbaciov all'agenzia di stampa Interfax.

Gb sostiene Trump sull'uscita dal trattato con Mosca 
Il segretario alla Difesa britannico, Gavin Williamson, afferma che il Paese è "pienamente" al fianco degli Usa dopo l'annuncio del presidente Donald Trump sull'uscita dallo storico accordo sul controllo degli armamenti con la Russia. Williamson accusa Mosca di aver messo in pericolo il trattato e chiede al Cremlino di "mettere un po' di ordine".

In una dichiarazione al Financial Times, il ministro afferma che Mosca "si è fatta beffe" dell'Intermediate Range Nuclear Forces Treaty 
Condividi