Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Goldman-Sachs-pil-Usa-34-disoccupazione-al-15-fed-rischio-47-milioni-posti-lavoro-ac4f999c-3d43-4ade-be15-80f750275d61.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Coronavirus ed economia

Goldman Sachs: pil Usa -34%. Fed: a rischio 47 milioni di posti lavoro

Secondo l'istituto americano ci sarebbe una contrazione dell'economia peggiore di quanto inizialmente stimato. Fed: l'emergenza coronavirus potrebbe tradursi nella perdita del posto di lavoro per 47 milioni di persone negli Stati Uniti entro la fine di giugno.

Condividi
Goldman Sachs prevede, in Usa, una contrazione dell'economia del 34% nel secondo trimestre, peggiore quindi del 24% inizialmente stimato. Il tasso di disoccupazione è atteso schizzare al 15% entro la metà dell'anno, ben oltre il 9% delle precedenti stime. Il crollo sarà seguito da una ripresa sostenuta sostenuta, con il pil in crescita del 19% nel terzo trimestre.

Fed, in Usa a rischio 47 milioni di posti lavoro 
L'emergenza coronavirus potrebbe tradursi nella perdita del posto di lavoro per 47 milioni di persone negli Stati Uniti entro la fine di giugno. Lo riporta Fortune citando uno studio della Fed di St. Louis.

Secondo lestime dell'economista Miguel Faria-e-Castro il tasso di disoccupazione americano potrebbe volare al 32,1% nel secondo trimestre, superando di gran lunga il picco della Grande Depressione del 24,9%. Numeri "alti rispetto agli standard storici - osserva Faria-e-Castro - ma questo è uno shock unico come nessun altro negli ultimi 100 anni".

Ai minimi dal 2017 fiducia consumatori
La fiducia degli americani, misurata dal Conference Board, è calata in marzo a 120,0, ai minimi dal 2017, da 132,6 di febbraio. Il dato è migliore delle attese degli analisti, che scommettevano su 110,0.
Condividi