Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Grecia-gli-exit-poll-indicano-Nea-Demokratia-al-38-42-per-cento-e5dcb07b-a377-479e-8919-eb0f8d6df04a.html | rainews/live/ | true
MONDO

Grecia, il voto archivia l'era Tsipras: gli exit poll indicano Nea Demokratia al 38-42%

Lo storico partito conservatore stacca nettamente Syriza del premier uscente Tsipras. Se i primi exit poll saranno confermati, la Grecia va verso una maggioranza assoluta alla destra con Nea Demokratia che potrebbe formare un governo monocolore. In picchiata i neonazisti di Alba Dorata, flop di Varoufakis. Antagonisti rubano schede nel quartiere 'anarchico' di Atene, scontri con la polizia

Il leader di Nea Demokratia, Kyriakos Mitsotakis
Condividi

Urne chiuse alle 18 in Grecia, dove si è svolto il voto per il rinnovo del Parlamento.

Secondo i primi exit poll il partito conservatore di Nea Demokratia, guidato da Kyriakos Mitsotakis, è avanti, al 38-42%, contro il 26,5-30,5% di Syriza.

Già tutti i sondaggi indicavano il ritorno al potere di Nea Demokratia, che alle elezioni europee di fine maggio si impose per più di nove punti davanti alla sinistra di Syriza del premier uscente Alexis Tsipras. Su Tsipras, che ha quindi indetto le elezioni anticipate, pesa l'accusa di molti cittadini di avere "tradito" gli elettori andando avanti con l'austerità.

Se i primi exit poll saranno confermati dallo scrutinio, la Grecia si avvia verso una maggioranza assoluta alla destra con Nea Demokratia che potrebbe formare un governo monocolore. In base ai primi rilevamenti il partito di Mitsotakis otterrebbe infatti tra i 155 e i 167 seggi sui 300 totali in Parlamento.

Sempre in base agli exit poll, realizzati dalla società Alco per tutti i canali televisivi greci, Kinal (socialisti) ottiene tra il 6 e l'8%; Diem 25 (il movimento di Yanis Varoufakis) tra il 3 e il 5%; i nazionalisti di Elliniki Lysi 2,5-4,5%; i neonazisti di Alba Dorata 2,8-4,8%; i comunistidi Kke 5-7%.

Kyriakos Mitsotakis rappresenta la quarta generazione di una dinastia di politici ed è in qualche modo un 'predestinato'. Suo padre, Konstantinos Mitsotakis, fu primo ministro all'inizio degli anni '90; sua sorella Dora Bakoyannis, è stata la prima donna sindaco di Atene, quando la capitale ospitò le Olimpiadi nel 2004, e poi diventò ministro degli Esteri. Suo nipote Kostas Bakoyannis, il figlio di Dora, è il nuovo sindaco della capitale.

'Antagonisti' rubano schede, scontri con la polizia
Gli 'antagonisti' di Exarchia, il quartiere 'anarchico' di Atene, si presentano subito al prossimo governo: poco prima della chiusura dei seggi hanno fatto irruzione in un seggio e hanno rubato due urne con un certo numero di schede elettorali. Scontri sono scoppiati con la polizia, contro la quale un gruppo di giovani col volto coperto ha lanciato bottiglie molotov. Al momento, non si segnalano feriti o arresti.

Tsipras riconosce la sconfitta e si congratula con Mitsotakis
Il premier greco, Alexis Tsipras, ha chiamato Kyriakos Mitsotakis  e ha riconosciuto la sua sconfitta. Lo riferisce ad AFP una fonte dell'ufficio di Tsipras, aggiungendo che il premier si è congratulato con Mitsotakis.

Erdogan telefona a Mitsotakis
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha telefonato a Kyriakos Mitsotakis per congratularsi per la vittoria prevista dagli exit poll. Lo fa sapere Nea Dimokratia.

Attorno alle 20 italiane è attesa la prima proiezione basata su dati reali.

Condividi