Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Hacking-Team-accusati-di-rivelazione-di-segreto-industriale-2-ex-dipendenti-chiedono-interrogatorio-93d2cf96-45c5-4a72-a273-24ac699696f4.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Lo scorso 6 luglio società sotto attacco hacker

Hacking Team, accusati di rivelazione di segreto industriale 2 ex dipendenti chiedono interrogatorio

L'ad Vincenzetti li ha denunciati insieme ad altri 4 dipendenti con l'accusa che siano riusciti a impadronirsi del codice sorgente necessario per replicare i software. L'inchiesta non riguarda l'attacco hacker

Condividi
Caso Hacking Team. Vogliono essere ascoltati dal pm i due ex dipendenti della società che vende software spia ai governi, finiti sotto indagine a Milano. L'inchiesta è nata in seguito alla denuncia presentata da David Vincenzetti, amministratore delegato della società colpita nei giorni scorsi da un attacco informatico che ha portato alla violazione di 400 gigabyte di dati riservati custoditi nel suo server interno ed alla rivelazione di parte del codice sorgente di Galileo, il pacchetto usato da più di 40 governi. 

Si tratta di Guido Landi e del libanese Mostapha Maanna. Le accuse ipotizzate nei loro confronti sono accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreto industriale. Vincenzetti li ha denunciati circa 2 mesi fa insieme agli altri 4 suoi dipendenti ritenuti "infedeli", convinto che siano riusciti a entrare in possesso dei codici sorgente sviluppati da Hacking Team nel tentativo di creare un'attività parallela a quella sviluppata dalla sua azienda.

Il fascicolo di indagine aperto a loro carico però non riguarda l'azione di hackeraggio che nei giorni scorsi ha colpito Hacking Team, oggetto di un altro filone di inchiesta che ipotizza, al momento ancora contro ignoti, il reato di accesso abusivo al sistema informatico.
Condividi