Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ibrahimovic-Donnarumma-Bonera-Hauge-Rebic-Mertens-Insigne-Bakayoko-Gattuso-d13b073b-b532-42c9-96b6-10602199cb93.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, ottava giornata

Il Milan si riprende la vetta, al San Paolo è Ibra show (1-3)

Doppietta del fuoriclasse svedese e sigillo di Hauge nel pesantissimo successo rossonero in casa Napoli, cui non basta una rete di Mertens. Espulso Bakayoko. Senza Pioli, notte indimenticabile per Daniele Bonera  

Condividi
Senza Pioli e il suo vice (in isolamento causa Covid), è Daniele Bonera a guidare il Milan nel gran colpo a Napoli (1-3) ottenuto sulle ali di un immenso Ibrahimovic (doppietta). Tre punti pesantissimi con cui il Diavolo si riprende la vetta del campionato (20 punti) dopo un sabato notte da capolista per la rivelazione Sassuolo, ora secondo a quota 18.

Bellissimo primo tempo al San Paolo e partenza a tutto gas dei rossoneri, che collezionano subito tre occasioni. Al 9’, su assist di Ibrahimovic, Rebic ciabatta di sinistro da posizione molto invitante. Un minuto dopo, Meret smanaccia in corner l’insidiosa stoccata dalla distanza di Calhanoglu (10’): sul conseguente angolo, il pallone finisce a Kjaer che però spedisce altissimo da distanza ravvicinata (11’). Al 20’ il Milan passa: cross dalla sinistra di Theo Hernandez e capocciata sontuosa di Ibra, che la mette nell’angolino anticipando netto Koulibaly. Veemente la reazione partenopea. Paratona di Donnarumma in allungo sul destro di Mertens, dal corner che ne scaturisce succede di tutto (27’): Rebic respinge davanti alla linea la conclusione di Bakayoko, sfera sui piedi di Di Lorenzo che da pochi metri centra una traversa clamorosa (gol divorato), il terzo tentativo di Lozano trova i guanti di Donnarumma che alza sopra la traversa. Esce di un metro, al 35’, il mancino di Politano.

Fuochi d’artificio anche nella ripresa e raddoppio rossonero al 54’: Calhanoglu innesca la ripartenza e serve Rebic, assist al bacio del croato per il tap-in volante di Ibrahimovic che segna col ginocchio. Nove giri di lancette e il Napoli accorcia: Zielinski per Mario Rui, cross basso in area per Mertens che vince il contrasto con Romagnoli e non perdona (63’). Partita riaperta ma azzurri in dieci al 66’: l’ex Bakayoko stende Theo, rimedia il secondo giallo e viene espulso. In inferiorità numerica, i padroni di casa non riescono più a graffiare. E nel recupero (95’) il Milan chiude i giochi con il neo entrato Hauge.   
Condividi