Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Immobile-Milinkovic-Nzola-Gyasi-Italiano-Simone-Inzaghi-ac506135-9b5b-4598-a5ee-dac0d6e9c49a.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, decima giornata

Spezia bello ma non basta: vince 1-2 una Lazio cinica

Colpo dei biancocelesti al 'Manuzzi' di Cesena grazie alle reti, nel primo tempo, di Immobile e Milinkovic-Savic. I liguri giocano bene, creano molto (due legni e almeno tre nitide occasioni) ma raccolgono poco

Condividi
Riparte la Lazio dopo il tonfo interno con l’Udinese: colpo al ‘Manuzzi’ di Cesena (1-2) contro uno Spezia che semina molto ma raccoglie poco. Proseguendo così, la squadra di Italiano (10 punti) è comunque destinata a salvarsi. Formazione di Simone Inzaghi che sale invece a quota 17.

Coraggio e ottima organizzazione in un primo tempo decisamente beffardo per i liguri che giocano bene e creano (due legni e due nitide occasioni), ma non segnano. A graffiare con cinismo è invece la Lazio che passa al 15’ con il bomber Immobile, implacabile di piatto davanti a Provedel, e raddoppia al 33’ con la splendida punizione di Milinkovic-Savic. Il resto è tutta ‘farina’ dei padroni di casa, con i pali colpiti da Estevez (3’, decisivo il tocco di Reina) e Simone Bastoni (25’), la stoccata di Gyasi fuori di un soffio (18’) e la parata d’istinto di Reina sulla deviazione ravvicinata di Chabot (43’).

Ripresa. Come nulla fosse accaduto, lo Spezia riparte subito all’attacco e stavolta raccoglie i frutti dei suoi sforzi: serpentina e tentativo di Farias da posizione angolatissima sbrogliato da Radu davanti alla linea (52’), al 64’ percussione sulla fascia di Nzola che si accentra e dimezza il passivo con un’imparabile conclusione incrociata di sinistro. Annullato per fuorigioco al 73’ il gol di Caicedo, servito in profondità da Pereira, pressione finale dei liguri ma Agudelo e Deiola non trovano un pareggio che probabilmente sarebbe stato meritato. Nel recupero altra rete annullata alla Lazio, sempre per offside (consulto di Chiffi col Var), firmata Andreas Pereira.
Condividi