Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Insigne-Demme-Zielinski-Lozano-Petagna-Vlahovic-Biraghi-Prandelli-e811ebbe-352b-475f-b6a9-deee245f49b1.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, diciottesima giornata

Il Napoli gioca a tennis al 'Maradona': 6-0 alla Fiorentina

Goleada partenopea nel match dell'ora di pranzo: doppietta Insigne, Demme, Lozano, Zielinski e Politano. Viola più volte vicini al pari nel primo tempo, poi crollo verticale. Squadra di Gattuso sempre più in alto. 

Condividi
Il Napoli si mantiene in alta quota sommergendo la Fiorentina 6-0 al ‘Maradona’. Gli azzurri (una gara da recuperare con la Juve) agganciano la Roma a quota 34, squadra di Prandelli ferma a 18 punti, +5 sulla zona retrocessione.

I padroni di casa ci mettono cinque minuti per segnare: Lozano crea dalla destra e serve in mezzo Petagna che, spalle alla porta, appoggia perfettamente per Insigne, che fa centro con un piatto angolatissimo. I viola però non si disuniscono e producono anzi tre palle-gol in serie: sinistro di Biraghi toccato da Demme con il pallone che si stampa beffardamente sulla traversa (23’), al 27’ paratona in allungo di Ospina sul destro di Ribery. Terza occasionissima al 32’: esce veramente di un niente il diagonale di Biraghi. E’ una strana partita, però: la Fiorentina meriterebbe il pareggio e invece incassa un clamoroso poker. Ripartenza partenopea con Zielinski e altro assist al bacio di Petagna stavolta per Demme, che insacca in scivolata (36’). Palla al centro ed ecco il tris (38’): magia di Insigne per il taglio di Lozano che impallina Dragowski in uscita. Gli ospiti crollano: al 45’, destro imparabile di Zielinski dal limite che mette la firma sul 4-0.

Ripresa. Porta ancora stregata per i viola: Vlahovic supera con un pallonetto Ospina, Koulibaly salva sulla linea (55’). A segnare invece è di nuovo il Napoli (71’): netto fallo di Castrovilli su Bakayoko, è rigore, Insigne insacca cinquina e doppietta personale. Ma non è finita: prima del triplice fischio, grande azione personale di Politano e sinistro vincente (89’).     
 
Condividi