Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Irregolarita-esame-di-Luis-Suarez-per-cittadinanza-italiana-Gdf-a-universita-di-Perugia-c8f1775b-effc-4988-929d-ab3041f27350.html | rainews/live/ | true
SPORT

Il calciatore non è indagato

Presunte irregolarità in esame Luis Suarez per cittadinanza italiana. L'ateneo: procedure corrette

Condividi

La Guardia di Finanza sta procedendo all'acquisizione di documenti negli uffici dell'università per stranieri di Perugia in relazione a presunte irregolarità nella prova  di certificazione della lingua italiana, svolta il 17 settembre  scorso, dal calciatore uruguaiano Luis Alberto Suárez Diaz, necessaria all'ottenimento della cittadinanza italiana. Lo riporta l'Adnkronos.

Le indagini, coordinate  dalla procura di Perugia e condotte dal nucleo di polizia economico  finanziaria della Guardia di Finanza di Perugia, sono scattate a febbraio 2020 per fatti diversi e maturati nel contesto  dell'università per stranieri.       

"Dalle attività investigative - sottolinea una nota della procura firmata da Raffaele Cantone - è risultato che gli argomenti oggetto della prova d'esame sono stati preventivamente concordati con il candidato e che il relativo punteggio è stato attribuito prima ancora dello svolgimento della stessa, nonostante sia stata riscontrata, nel corso delle lezioni a distanza svolte da docenti dell'ateneo, una conoscenza elementare della lingua italiana".       

L'Università risponde: procedure corrette
"In relazione agli accertamenti in corso l'Università per Stranieri di Perugia ribadisce la correttezza e la trasparenza delle procedure seguite per l'esame sostenuto dal calciatore Luis Suarez e confida che ciò emergerà con chiarezza al termine delle verifiche in corso". Così, in una nota, l'Università per Stranieri di Perugia in merito all'indagine della Guardia di Finanza sull'esame per la cittadinanza italiana dell'attaccante del Barcellona Luis Suarez. 

Il calciatore non è indagato
L'attaccante uruguaiano Luis Suarez non è indagato dalla procura di Perugia che coordina gli accertamenti sul suo esame d'italiano all'Università di Perugia. Lo ha appreso l'Ansa da fonti giudiziarie. Non risultano coinvolti nemmeno persone dell'entourage dell'atleta. Quella emersa con le perquisizioni di oggi sarebbe comunque solo una parte dell'inchiesta in corso sulla quale stanno lavorando i magistrati di Perugia guidati dal procuratore Raffaele Cantone.

Condividi