Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Israele-Netanyahu-supporto-indipendenza-del-Kurdistan-21534d50-7569-4ff8-b13f-0b8200d46d7a.html | rainews/live/ | true
MONDO

A favore della partizione dell'Iraq

Israele, Netanyahu: supporto all'indipendenza del Kurdistan

La strategia di Netanyahu per contenere l'avanzata jihadista è duplice: dare il supporto al "coraggioso popolo curdo" per ottenere l'indipendenza e costruire una barriera di sicurezza ad est

Condividi
Addio agli accordi di Sykes-Picot. Insieme all'annuncio della costruzione di un nuovo muro da Eilat al Golan, il premier israeliano Netanyahu dato il suo supporto alla costituzione di uno Stato indipendente nel Kurdistan iracheno. Una posizione che va controcorrente rispetto ad altri protagonisti alla posizione più forte nella comunità internazionale, Stati Uniti e Turchia in testa, e cioè il mantenere l'intergrità territoriale dell'Iraq. 

L'obiettivo di Netanyahu è creare una coalizione di forze regionali moderate per contenere sia gli estremisti sunniti legati ad al Qaeda sia gli sciiti sostenuti dall'Iran. Da qui l'endorsment, non del tutto inatteso, al "coraggioso popolo curdo" - con cui Israele ha legami militari e di intelligence dagli anni Sessanta - che ora controlla una regione ricchissima di petrolio nell'Iraq settentrionale e la manovra verso la Giordania, che si vede colpita sia dal conflitto siriano che da quello in corso in Iraq. 


 
Condividi