Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Israele-e-il-primo-al-mondo-a-vietare-la-vendita-di-pellicce-8f05f713-63bb-4847-b7b4-abcae833a576.html | rainews/live/ | true
MONDO

Israele vieta la vendita di pellicce

Condividi
Il ministro dell'ambiente israeliano Gila Gamliel ha firmato un provvedimento che vieta la vendita di pellicce. Israele è diventato il primo paese che ha introdotto un tale divieto.

"L'industria della pelliccia causa la morte di centinaia di milioni di animali in tutto il mondo, e infligge crudeltà e sofferenze indescrivibili", ha detto il ministro della protezione ambientale Gila Gamliel in una dichiarazione dopo aver firmato l'emendamento alla legge vigente.

"Usare la pelle e la pelliccia della fauna selvatica per l'industria della moda è immorale ed è certamente inutile. I cappotti di pelliccia animale non possono nascondere la brutale industria dell'omicidio che li produce. La firma di questi regolamenti renderà il mercato della moda israeliano più rispettoso dell'ambiente e molto più amichevole verso gli animali".

Il divieto entrerà in vigore sei mesi dopo la firma del documento - nel dicembre del 2021. Allo stesso tempo, sarà ancora possibile utilizzare le pellicce nel paese per scopi scientifici, educativi e religiosi.

In particolare, riguarda la tradizione degli ebrei haredi, che spesso indossano cappelli di pelliccia chiamati shtreimel, per i quali probabilmente sarà fatta un’eccezione.

Animals Now, un'organizzazione israeliana per i diritti degli animali, ha definito la decisione una "pietra miliare storica" che salverà "innumerevoli animali dall'inferno dell'industria della pelliccia". Secondo l'organizzazione, l'86% degli israeliani sostiene il divieto di vendita delle pellicce.

La International Anti-Fur Coalition (IAFC) promuove dal 2009 il divieto di vendita di pellicce in Israele, ora diventato il primo paese al mondo a vietare il commercio di pellicce (articoli prodotti con qualsiasi animale da pelo).

Anche l'organizzazione animalista PETA ha salutato la mossa come una "vittoria storica", scrivendo su Twitter che "proteggerà innumerevoli volpi, visoni, conigli e altri animali dall'essere uccisi violentemente per la loro pelle". La mossa di vietare il commercio di pellicce rende Israele il primo paese al mondo a farlo, anche se lo stato americano della California aveva vietato la vendita di pellicce all'industria della moda già nel 2019.
Condividi